David di Donatello 2013, trionfa “La migliore offerta ” di Giuseppe Tornatore

Il regista siciliano sbanca l’edizione 2013, con il David per il miglior film e la regia. Valerio Mastandrea pigliatutto!

20ceb80a82

Grande affermazione del regista siciliano Giuseppe Tornatore nell’edizione 2013 dei David di Donatello, presentata ieri sera dal duo comico Lillo & Greg. Il regista di Bagheria si è aggiudicato il premio per il miglior film e per la miglior regia, grazie a “La migliore offerta”, già grandissimo successo di pubblico e critica in questa stagione cinematografica. Il film, con protagonista Geoffry Rush, ha ricevuto anche il premio per le migliori musiche, andato al grande Ennio Morricone, per le migliori scenografia e costumi, oltre al David Giovani.

Per Tornatore non è una novità, perché nella sua carriera si era già aggiudicato il premio per la regia altre tre volte: con “L’uomo delle stelle” nel 1996, “La leggenda del pianista sull’oceano” nel 1999, “La sconosciuta” nel 2007. Con “La migliore offerta” è un magico poker.

Esce un po’ sconsolato “Diaz – Don’t Clean Up This Blood”, film denuncia sugli avvenimenti del G8 di Genova, che però può vantare il premio alla migliore produzione (andato a Domenico Procacci) e nelle maggiori categorie tecniche (montaggio, effetti speciali, suono).

Valerio Mastandrea è stato il dominatore assoluto per la categoria maschile, con il premio per miglior attore protagonista (per “Gli equilibristi”) e non protagonista (per “Viva la libertà”). Per Mastandrea si tratta della seconda (e terza) premiazione dopo il successo del 2010 con “La prima cosa bella”. L’attore romano ha vinto la concorrenza agguerrita di Toni Servillo, Claudio Santamaria e Stefano Accorsi, tra gli altri.

Nella corrispettiva categoria femminile è stata la serata della riconferma per Margherita Buy che, grazie alla sua interpretazione in “Viaggio sola”, ritira il suo sesto David (il primo nel lontano 1991 per “La stazione”, l’ultimo nel 2008 per “Giorni e nuvole”).

Per le categorie “estere” è stato “Amour” a ricevere il riconoscimento come miglior film dell’Unione Europea; il film di Michael Haneke aggiunge così il David al già prestigioso Oscar e alla Palma d’Oro. “Django Unchained” ottiene invece il premio come miglior film straniero.

Da segnalare il premio alla migliore fotografia (“Reality”) andato a Marco Onorato, scomparso il 2 giugno del 2012 e storico collaboratore di Matteo Garrone, nonché di Gianni Amelio e Marco Risi. 

Durante la cerimonia non sono mancati i momenti nostalgici e intensi per ricordare le grandi star del passato: Carlo Verdone e il fratello Luca hanno presentato il loro documentario dedicato al grande Alberto Sordi, mentre Giancarlo Giannini ha voluto dedicare un pensiero alla collega Mariangela Melato.

I premi della serata:

  • MIGLIOR FILM: La migliore offerta
  • MIGLIORE REGISTA: Giuseppe Tornatore – La migliore offerta
  • MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE: Leonardo Di Costanzo – L’intervallo
  • MIGLIORE SCENEGGIATURA: Roberto Andò e Angelo Pasquini – Viva la libertà
  • MIGLIORE PRODUTTORE: Domenico Procacci – Diaz
  • MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA: Margherita Buy – Viaggio sola
  • MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA: Valerio Mastandrea – Gli equilibristi
  • MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA: Maya Sansa – Bella addormentata
  • MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA: Valerio Mastandrea – Viva la libertà
  • MIGLIORE DIRETTORE DELLA FOTOGRAFIA: Marco Onorato – Reality
  • MIGLIORE MUSICISTA: Ennio Morricone – La migliore offerta
  • MIGLIORE CANZONE ORIGINALE: “Tutti i santi giorni”, musica e testi di Simone Lenzi, Antonio Bardi, Giulio Pomponi; Valerio Griselli, Matteo Pastorelli e Daniele Catalucci. Interpretata da Virginiana Miller per il film Tutti i santi giorni
  • MIGLIORE SCENOGRAFO: Maurizio Sabatini e Raffaella Giovannetti – La migliore offerta
  • MIGLIORE COSTUMISTA: Maurizio Millenotti – La migliore offerta
  • MIGLIORE TRUCCATORE: Dalia Colli – Reality
  • MIGLIORE ACCONCIATORE: Daniela Tartari – Reality
  • MIGLIORE MONTATORE: Benni Atria – Diaz
  • MIGLIOR FONICO DI PRESA DIRETTA: Remo Ugolinelli e Alessandro Palmerini – Diaz
  • MIGLIORI EFFETTI SPECIALI VISIVI: “Storyteller” – Maruio Zanot per Diaz
  • MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA: Amour, di Michael Haneke (Teodora Film e Spazio Cinema)
  • MIGLIOR FILM STRANIERO: Django Unchained, di Quentin Tarantino (Warner Bros. Pictures Italia)
  • DAVID GIOVANI: La migliore offerta, di Giuseppe Tornatore
  • MIGLIOR DOCUMENTARIO DI LUNGOMETRAGGIO: Anija – La nave, di Roland Sejko
  • MIGLIOR CORTOMETRAGGIO: L’esecuzione, di Enrico Iannaccone
  • DAVID SPECIALE 2013: Vincenzo Cerami

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20130424_TW@Deiv90

2 pensieri riguardo “David di Donatello 2013, trionfa “La migliore offerta ” di Giuseppe Tornatore

I commenti sono chiusi