Sospeso lo sciopero dei benzinai sulla rete autostradale

Alla base della decisione “il forte ruolo di moral suasion nei confronti del Governo” svolto dal Garante sugli scioperi e “la riapertura del negoziato imposto ai petrolieri e ai concessionari presso l’Autorità”. Le aree di servizio autostradali riprenderanno il loro regolare servizio dalle ore 6.00 di oggi, 18 luglio

20130718-STAZIONI-SERVIZIO-AUTOSTRADE-780X400

Roma – I gestori degli impianti di rifornimento di carburante posti nelle autostrade, nelle tangenziali e nei raccordi della rete italiana hanno deciso di sospendere lo sciopero dichiarato nei giorni scorsi e partito dalle 22 del 16 luglio.

Faib, Fegica e Anisa hanno così risposto “positivamente” all’invito rivolto dal Garante degli scioperi, ma chiedono alla Commissione di convocare le parti in causa fin dalla prossima settimana. Un ruolo attivo, quello del Garante, riconosciuto dalle associazioni di categoria, che hanno voluto sottolineare l’effetto di supplenza in luogo della «indifferenza del Ministero».

L’impegno del garante, secondo i tre sindacati, è testimoniato da elementi «scritti, a chiare lettere, nel documento formale reso pubblico dalla Commissione di Garanzia sullo sciopero, al termine del lungo incontro con compagnie petrolifere e concessionari autostradali, che le Organizzazioni di categoria dei gestori riconoscono contenere uno straordinario valore politico».

In particolare, i gestori hanno voluto spiegare che la Commissione si è impegnata di «di certificare la correttezza e la fondatezza della denuncia avanzata dalla Categoria, oltreché lo stato di vera e propria emergenza del settore, costringendo compagnie petrolifere e concessionari a spostare direttamente presso l’Autorità la trattativa decisiva».

Nella nota congiunta diramata da Faib, Fegica e Anisa, si evidenzia come quella del Garante sia «una iniziativa assolutamente inedita e coraggiosa» che le tre sigle intendono valorizzare, ma che si aspettano Commissione sappia fare adeguato tesoro dell’apertura di credito dimostratole dalla categoria, «in un momento tanto drammatico per la sua attività e per le migliaia di posti di lavoro in gioco».

I Gestori però hanno chiesto che gli impegni siano questa volta tradotti in «fatti concreti, sia sul piano economico che su quello contrattuale, a cominciare dal subitaneo ritiro delle lettere di disdetta dei contratti inviate in questi giorni dalla compagnie ai gestori». In caso contrario, le associazioni di categoria del comparto carburante promettono già di inasprire la vertenza, nel caso si tergiversasse ulteriormente.

Su queste basi, Faib, Fegica e Anisa hanno deciso di dare un segno di buona volontà, «sospendendo la seconda giornata di sciopero già proclamata».

Le aree di servizio autostradali e quelle sulle tangenziali e sui raccordi autostradali riprenderanno dunque l’attività in modo regolare e a distribuire i carburanti a cominciare dalle 6 di oggi, 18 luglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: