Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6078 Hamilton al top nelle prime libere a Mokpo, ma Vettel e Webber con il fiato sul collo. Brutto incidente a Räikkönen | HORSEMOON POST
F1Sport

Hamilton al top nelle prime libere a Mokpo, ma Vettel e Webber con il fiato sul collo. Brutto incidente a Räikkönen

Rosberg dietro le due Red Bull, poi Button e Alonso. Meccanici Lotus chiamati al miracolo, ma il team spera che il pilota finlandese non risenta del botto, commentato in diretta radio in modo secco: “I hit the wall!” (ho colpito il muro)…

20131004-f1-ev14-gp-s-korea-fp1-ham-660x439

Lewis Hamilton ha segnato il miglior tempo nelle libere di apertura del week-end del GP di Sud Corea, sul circuito di Yeongham, ma l’evento che ha segnato il turno è l’incidente occorso a Kimi Räikkönen proprio alla fine, quando il finlandese ha sofferto uno scivolamento del retrotreno, andando a sbattere sulle barriere poste all’esterno. Commento secco via radio del finladese: «I hit the wall».

La Mercedes del campione del mondo 2008 ha fermato le lancette del cronometro sul tempo di 1’39’’630, più veloce del leader del campionato, Sebastian Vettel, di soli 37 millesimi. Terzo tempo per Mark Webber, con la seconda Red Bull, a poco meno di 2 decimi.

Nico Rosberg, sulla seconda Mercedes, ha realizzato la quarta prestazione della mattinata, davanti alla McLaren di Jenson Button e alla Ferrari di Fernando Alonso. Romain Grosjean, settimo, ha preceduto il compagno di squadra alla Lotus, Kimi Räikkönen, ma probabilmente sarebbe stato battuto (ottimi intertempi) se non avesse concluso le prove nel muro. Räikkönen è uscito da solo dalla monoposto, danneggiata nelle sospensioni, ma il team teme che l’impatto possa avere un riflesso negativo sulla schiena del pilota, visto i problemi rilevati a Singapore, che avevano fatto temere un forfait in Giappone. Il terzo pilota, l’italiano Davide Valsecchi, pensa che il finlandese sarà regolarmente al via nel secondo turno, ma certo è che è sempre pronto per prenderne il posto.

20131004-f1-ev14-gp-s-korea-fp1-raik-crash660x510-di

Nono e decimo tempo per Sergio Perez e Felipe Massa, infastidito da una foratura all’anteriore sinistra, che gli ha fatto perdere molto tempo. Solo 13 giri per il brasiliano.

La sessione ha avuto all’inizio una sospensione di 15 minuti, quando Rodolfo Gonzales – pilota di riserva della Marussia sulla monoposto di Bianchi – ha sbattuto alla curva 13, toccando il muretto con l’ala anteriore. I detriti sparsisi sulla pista hanno richiesto un intervento dei marshall, per un’adeguata opera di pulizia.

A circa metà sessione, testa coda alla curva 10 per Hamilton, mentre Massa veniva rallentato da una foratura lenta all’anteriore destra. Svarione anche per James Calado, che debutta come terzo pilota della Force India sostituendo Paul di Resta nel primo turno. Nessuna conseguenza per il pilota inglese, in predicato di diventare pilota titolare per il 2014.

Dalle 7 alle 8.30 secondo turno, in cui i piloti proveranno anche le gomme supersoft, più performanti man mano che la pista si gomma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

F1, 2013 KOREAN GRAND PRIX – LIBERE 1

20131004-f1-ev14-gp-s-korea-fp1-standing-neutral

L’analisi tecnica Pirelli di Mario Isola

2013_F1_EVENT14_GP_SOUTHKOREA