Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6078 Fernando Alonso sembra su un’altra monoposto: miglior tempo nelle prime libere a Shanghai | HORSEMOON POST
F1

Fernando Alonso sembra su un’altra monoposto: miglior tempo nelle prime libere a Shanghai

Secondo tempo per Nico Rosberg, seguito da Ricciardo e Button. Problemi per Kimi Räikkönen, bloccato ai box per tutta la sessione. Nasr e van der Garde hanno girato al posto di Bottas e Sutil

Shanghai – Fernando Alonso su Ferrari è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere del Gran Premio di Cina, in programma domenica. Il due volte campione del mondo è stato più veolce di quasi quattro decimi di Nico Rosberg, sulla prima Mercedes, in una mattinata fredda e caratterizzata dalla nebbia sul circuito alle porte di Shanghai.

Alle spalle di Rosberg si è piazzato, di oltre mezzo secondo, Daniel Ricciardo, sulla prima Red Bull, seguito da Jenson Button (McLaren-Mercedes), da Nico Hülkenberg (Force India-Mercedes), Kevin Mgnussen (McLaren-Mercedes), Jean-Eric Vergne (Toro Rosso-Renault).

Solo ottavo tempo per il vincitore della scorsa gara, in Bahrain, Lewis Hamilton, che ha chiuso la sessione in anticipo per alcuni problemi alla sua Mercedes W05, che in un primo tempo si temeva riguardassero il pacchetto delle batterie. A un controllo successivo, invece, si è scoperto un problema alle sospensioni, che spiega le noie di bilanciamento lamentate dal campione del mondo del 2008.

Sebastian Vettel (Red Bull-Renault) e Felipe Massa chiudono la Top Ten, da cui è assente Kimi Räikkönen, che ha patito problemi all’avantreno della sua monoposto, tanto da passare tutta la sessione ai box e con solo il giro di installazione all’attivo.

Il miglior tempo di Alonso avrà fatto piacere a Marco Mattiacci, al debutto come Team Principal della Ferrari. Meno piacevole di certo sono stati i problemi sulla vettura di Räikkönen. Un giusto mix di sentimenti per la F1. Debutto formativo. Le Mercedes, al netto dei problemi sulla monoposto di Hamilton, hanno dato l’impressione di nascondere parte del proprio potenziale, però il dato delle velocità massima – non deficitario come altrove – può essere un segnale in controtendenza. Vedremo.

Come di solito, la prima sessione del mattino di venerdì ha posto i piloti a confrontarsi con una pista poco gommata, con bassa aderenza, un dato che ha fatto lottare molti piloti con problemi di bloccaggio in frenata. Novità tecniche in alcune squadre, come in Mercedes (ala anteriore modificata).

Nell retrovie, problemi alla frizione del motore Ferrari sulla Sauber di Esteban Gutierrez, che non ha lamentato alcun problema dopo l’incidente con Pastor Maldonado in Bahrain. Problemi di alimentazione per Jules Bianchi (Marussia-Ferrari), praticamente ai box per tutta la sessione e con soli sette giri all’attivo.

Svarione di Pastor Maldonado a inizio sessione, quando è andato in testacoda in Curva 9, apparentemente a causa di una distrazione mentre manovrava qualche manettino sul volante. Testacoda anche per Daniil Kvyat a causa di un errori in Curva 1 e in Curva 14.

Sulla Williams di Valtteri Bottas ha girato il terzo pilota, Felipe Nasr, così come sulla Sauber ha girato Giedo van der Garde, al posto di Adrian Sutil. Risultato positivo per entrambi, rispettivamente con il 13° e il 14° tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2014 FORMULA 1 UBS CHINESE GRAND PRIX – Prove Libere 1

20140418-f1-ev4-gp-china-fp1-timesheet-neutral-660x640
L’analisi del circuito di Shanghai dal punto di vista delle gomme Pirelli

2014_F1_EVENT-04_GP_CHINA