Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6078 Le sostanze chimiche da evitare che causano il cancro al seno | HORSEMOON POST
Salute

Le sostanze chimiche da evitare che causano il cancro al seno

Una ricerca condotta dal Silent Spring Institute, in Massachusetts, ha individuato le sostanze chimiche presenti nell’ambiente quotidiano e concausa della seconda causa di morte per le donne americane

20140512-breast_cancer-660x440

Washington –  Scienziati americani del Silent Spring Institute del Massachusetts hanno individuato le sostanze chimiche più cancerogene presenti nell’ambiente quotidiano che le donne dovrebbero evitare per ridurre il rischio di contrarre il cancro del seno.

La ricerca, pubblicata oggi dalla rivista “Environmental Health Perspectives“, elenca le 17 sostanze chimiche da evitare e offre consigli alle donne su come limitare la loro esposizione. Si tratta di prodotti chimici come benzina, gasolio e altre sostanze emesse dalle autovetture, così come di ignifughi, tessuti antimacchia, solventi, vernici e derivati di disinfettanti utilizzati nel trattamento dell’acqua potabile.

Questa ricerca offre una roadmap per la prevenzione del cancro al seno identificando prodotti chimici a cui le donne sono più spesso esposte e mostra anche come misurare tale esposizione – ha spiegato il coordinatore della ricerca, Ruthann Rudel – queste informazioni indirizzeranno le iniziative volte a ridurre l’esposizione ai prodotti chimici legati al cancro al seno e aiuteranno i ricercatori a studiarne gli effetti sulle donne“.

Il tumore al seno è la seconda causa di morte per cancro nelle donne degli Stati Uniti, con una stima di 40.000 decessi nel 2014, secondo le più aggiornate valutazioni di enti indipendenti di ricerca.

(Fonte: TMNews)