Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6078 Oscar 2015, trionfo per Birdman, quattro premi con Grand Budapest Hotel | HORSEMOON POST
CinemaIn Primo Piano

Oscar 2015, trionfo per Birdman, quattro premi con Grand Budapest Hotel

La pellicola di Alejandro González Iñárritu porta a casa l’Oscar a miglior film, regia, sceneggiatura originale e fotografia. Premi tecnici per il film di Wes Anderson

20140223-Birdman


Los Angeles – Dal suggestivo Dolby Theatre di Los Angeles è andata in scena l’87ª edizione degli Academy Awards, condotti con eccezionale brio da Neil Patrick Harris, alla sua prima esperienza sul palco degli Oscar.

È stata la notte del trionfo di Birdman, la pellicola di Alejandro González Iñárritu ha portato a casa il premio più prestigioso, quello al miglior film, per la miglior regia dello stesso Iñárritu, alla miglior sceneggiatura originale e alla fotografia (secondo premio consecutivo per Emmanuel Lubezki).

A mani (quasi) vuote, quindi, Boyhood di Richard Linklater, dato per grande favorito alla vigilia, soprattutto nella categoria della regia.  

Tutto secondo copione per le categorie di attori ‘protagonisti’ e ‘non protagonisti’, con gli Oscar andati a Eddie Redmayne (La teoria del tutto), Julianne Moore (Still Alice), J.K. Simmons (Whiplash) e Patricia Arquette (Boyhood).

Pioggia di premi tecnici per il Grand Budapest Hotel di Wes Anderson (Costumi, Scenografia, Colonna sonora e Trucco), che però si è visto soffiare quello per la sceneggiatura da Inarritu e il suo Birdman. Da previsione, il premio allo script adattato per The Imitation Game.

Nell’animazione, premiata la Disney con Big Hero 6 mentre l’Oscar al miglior film straniero è andato a Ida, di Paweł Pawlikowski (Polonia).

Milena Canonero vince il suo Oscar numero 4!
Milena Canonero vince il suo Oscar numero 4!

Infine, grandissima soddisfazione per Milena Canonero, unica italiana in corsa in questa edizione, che centra il suo quarto Oscar in carriera per Grand Budapest Hotel, dopo quelli per Barry Lyndon, Momenti di gloria e Marie Antoinette.

Tutti i premi Oscar del 2015:

  • Miglior Film: Birdman, regia di Alejandro González Iñárritu
  • Miglior Regia: Alejandro González Iñárritu – Birdman
  • Miglior Attore Protagonista: Eddie Redmayne – La teoria del tutto
  • Miglior Attrice Protagonista: Julianne Moore – Still Alice
  • Miglior Attore Non Protagonista: J. K. Simmons – Whiplash
  • Miglior Attrice Non Protagonista: Patricia Arquette – Boyhood
  • Miglior Sceneggiatura Originale: Alejandro González Iñárritu, Nicolás Giacobone, Alexander Dinelaris e Armando Bo – Birdman
  • Miglior Sceneggiatura Non Originale: Graham Moore – The Imitation Game
  • Miglior Film Straniero: Ida, di Paweł Pawlikowski
  • Miglior Film d’Animazione: Big Hero 6, di Don Hall e Chris Williams
  • Miglior Fotografia: Emmanuel Lubezki – Birdman
  • Miglior Scenografia: Adam Stockhausen – Grand Budapest Hotel
  • Miglior Montaggio: Tom Cross – Whiplash
  • Migliore Colonna Sonora: Alexandre Desplat – Grand Budapest Hotel
  • Miglior Canzone: Glory, di John Stephens e Lonnie Lynn – Selma – La strada per la libertà
  • Migliori Effetti Speciali: Paul Franklin, Andrew Lockley, Ian Hunter e Scott Fisher – Interstellar
  • Miglior Sonoro: Craig Mann, Ben Wilkins e Thomas Curley – Whiplash
  • Miglior Montaggio Sonoro: Alan Robert Murray e Bub Asman – American Sniper
  • Migliori Costumi: Milena Canonero – Grand Budapest Hotel
  • Miglior Trucco e Acconciatura: Frances Hannon e Mark Coulier – Grand Budapest Hotel
  • Miglior Documentario: Citizenfour, di Laura Poitras
  • Miglior Cortometraggio: The Phone Call, di Mat Kirkby
  • Miglior Cortometraggio Documentario: Crisis Hotline: Veterans Press 1, di Ellen Goosenberg Kent
  • Miglior Cortometraggio d’Animazione: Winston (Feast), di Patrick Osborne

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favore “Mi piace” sulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie in anticipo!