Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6085 Viaggio del Papa in Centrafrica: confermate tutte le tappe, userà auto scoperta e nessuna protezione balistica | HORSEMOON POST
In Primo PianoVaticano

Viaggio del Papa in Centrafrica: confermate tutte le tappe, userà auto scoperta e nessuna protezione balistica

Francesco partirà il 25 novembre e visiterà in Kenya, Uganda e Repubblica centrafricana. In quest’ultimo Paese aprirà la Porta santa che anticiperà l’inizio del Giubileo in Africa. Padre Lombardi ha escluso che il Papa possa usare un giubbotto antiproiettile.

Città del Vaticano (AsiaNews) – Papa Francesco andrà nella Repubblica Centrafricana e “il programma resta confermato con tutti i suoi appuntamenti, compresa la visita al campo rifugiati, quella alla moschea e l’apertura della Porta Santa che anticiperà l’inizio del Giubileo in Africa”.

La conferma è stata data oggi da padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa della Santa Sede, nel corso di un briefing della visita che dal 25 al 30 novembre vedrà il Papa in Kenya, Uganda e Repubblica centrafricana.

Non direi – ha detto ancora padre Lombardi – che i fatti di Parigi abbiano cambiato specificamente i problemi che riguardano il Centrafrica, e in generale l’Africa, dove purtroppo abbiamo a che fare da tempo con situazioni di violenza precedenti agli attacchi di Parigi che qui ovviamente sentiamo come molto gravi e significativi”.

Nel viaggio sono previsti anche percorsi in auto scoperta in ognuno dei Paesi. Lo ha confermato padre Lombardi che, rispondendo a un’altra domanda ha detto: “non ho sentito che il Vaticano abbia chiesto un giubbotto antiproiettile per il Papa, e non ci credo, mi sembrerebbe curioso che uno vada in papamobile scoperta indossando un giubbotto antiproiettile“.

Alla domanda se è possibile che all’ultimo momento si decida di fermare il Papa, padre Lombardi ha risposto che “come fa ogni persona saggia si vedrà anche quello che sta accadendo in quel momento. Il dottor Giani (responsabile della Gendarmeria vaticana, n.d.r.) va un po’ prima dell’arrivo del Papa e speriamo che trovi una buona situazione”. Una notizia strategica, anticipata per errore.

Nel corso del viaggio, Papa Francesco pronuncerà discorsi in inglese, francese, spagnolo e italiano. Con il Pontefice viaggeranno anche il segretario di Stato e il sostituto, cardinale Pietro Parolin e mons. Angelo Becciu, il cardinale Fernando Filoni, prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli, e il cardinale Peter Turkson, presidente di Giustizia e pace.

Il cardinale Parolin non seguirà però il Papa in Centrafrica, giacché dovrà andare a Parigi per la conferenza sul clima.

(AsiaNews)

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


Save the Children Italia Onlus