Nuova Volkswagen Passat, storico traguardo al passo con la tecnologia

Dopo la Golf e prima del Maggiolino, la Volkswagen Passat si accinge a diventare il modello di Wolfsburg di segmento C più venduto di tutti i tempi: 30 milioni di esemplari. Anticipate le innovazioni tecnologiche introdotte sul modello che sarà lanciato sul mercato europeo da agosto nel segno dell’innovazione tecnologica volta a incrementare la sicurezza, la sostenibilità ambientale e l’interconnessione 

Verona – In in primavera la Volkswagen Passat varcherà una soglia importante nella storia industriale tedesca post bellica: i 30 milioni di esemplari prodotti. Numeri di assoluto rilievo, in virtù dei quali la Passat diventerà il modello di classe media di maggior successo a livello mondiale, piazzandosi dopo la mitica Golf disegnata da Giugiaro (35 milioni di esemplari), ma ben prima del leggendario Maggiolino (21,5 milioni di unità). Un podio Volkswagen che rende merito a un impegno indiscusso della casa tedesca, ‘salvata’ dal genio italiano di Giugiaro negli Anni 70.

La Passat è giunta alla ottava generazione, un traguardo momentaneo raggiunto con un leit motiv di fondo: la ricerca del perfezionamento tecnologico continuo, dell’affinamento costruttivo rivolto all’affidabilità, l’innovazione mai fine a se stessa. 

La nuova Passat sarà in prevendita dal prossimo maggio, ma il lancio nella rete commerciale di Volkswagen è previsto per fine agosto, a partire dal mercato dal mercato domestico in Germania. 

Travel Assist. IQ.DRIVE è il nuovo brand dedicato ai sistemi di assistenza Volkswagen. La denominazione IQ.DRIVE comprenderà le tecnologie presenti e future fino alle soluzioni di guida autonoma, come per esempio il nuovo Travel Assist. Grazie a tale sistema di assistenza, sarà la Passat la prima Volkswagen a potersi muovere pressappoco nell’intero range di velocità (da 0 a 210 km/h) in modalità parzialmente automatizzata. In ogni caso, i sistemi di assistenza della Passat rappresentano la versione attualmente più avanzata di IQ.DRIVE.

Volante capacitivo. La Volkswagen punta sull’intuitività dei comandi e su un funzionamento ampiamente automatizzato delle tecnologie. In questo contesto, la nuova Passat sarà lanciata come prima Volkswagen con un volante capacitivo che registra il tocco del guidatore e costituisce così un’interfaccia interattiva con sistemi come il Travel Assist.

Automaticamente più sicura. Anche l’Emergency Steering Assist fa il suo debutto nella Passat. Il sistema aumenta la sicurezza durante le manovre di scarto intervenendo sui freni. Anche la funzione di mantenimento della corsia Lane Assist è stata perfezionata con una nuova telecamera multifunzione. I fari a matrice di LED IQ.LIGHT forniscono un ulteriore incremento di sicurezza e comfort.

Sempre online. Insieme alla nuova Passat farà il suo ingresso sul mercato la terza generazione del sistema modulare di infotainment (MIB3). App Connect, l’interfaccia per l’integrazione di app per smartphone, offre per la prima volta in Volkswagen l’integrazione senza fili delle app per iPhone tramite Apple CarPlay™ wireless. D’ora in avanti, grazie a MIB3 e We Connect la Passat sarà sempre online, poiché i nuovi sistemi di infotainment sono dotati di serie di una Online Connectivity Unit (OCU) integrata con scheda SIM. Oltre a servizi per la navigazione con informazioni in tempo reale, si apre la strada quindi a nuove tecnologie e offerte: servizi di streaming musicali, Internet radio, utilizzo di tecnologie web app che possono essere aggiornate, comandi vocali con linguaggio naturale arricchito di contenuti online, uso dei servizi online di Volkswagen We senza soluzione di continuità e il futuro trasferimento di impostazioni del veicolo su base cloud. Gli smartphone (i modelli compatibili di Samsung) potranno diventare una chiave mobile per aprire e avviare la vettura.

Aperta a nuove idee. Grazie alla nuova Passat, Volkswagen We fa passi da gigante. Infatti, con Volkswagen We è stata sviluppata una piattaforma digitale per raggruppare servizi di mobilità e poterli proporre e fornire in modo estremamente semplice. Le offerte nascono quindi da un sistema aperto e si perfezionano continuamente. La Volkswagen si rende così disponibile a collaborare con partner specializzati per sviluppare insieme nuovi servizi. La collaborazione con aziende, amministrazioni e anche piccole startup operanti a livello locale crea spazi per nuovi concetti, come per esempio i servizi We Park (parcheggio senza contanti) o We Deliver (i cosiddetti Car-Access-Based Services, accesso semplice e sicuro alla vettura da parte di partner di servizio). Il fulcro di tutte le operazioni è sempre il Volkswagen ID, che fornisce l’accesso centrale a tutti i servizi Volkswagen e, di conseguenza, anche a uno spettro completamente nuovo di informazioni e servizi basati su Internet.

Nuovo Digital Cockpit. L’hardware e il software del MIB3 formano un’unità digitalmente interconnessa con il nuovo Digital Cockpit della Passat. Rispetto al sistema precedente (Active Info Display), la strumentazione digitale è stata ulteriormente perfezionata. Le grafiche del display a contrasto elevato sono chiare e riccamente dettagliate. La gamma di funzioni è stata portata a un livello superiore. Le tre diverse configurazioni del display possono ora essere personalizzate con un solo comando dal nuovo volante multifunzione.

Emissioni zero in città. La Passat GTE lanciata nel 2019 offre un’autonomia elettrica notevolmente maggiore. Ora riesce a percorrere fino a 55 km** secondo il nuovo ciclo WLTP, vale a dire circa 70 km** secondo il ciclo NEDC. Come in precedenza, la Passat GTE può essere utilizzata temporaneamente come veicolo a emissioni zero ed esentata dal pagamento della tassa di accesso al centro città in metropoli come Londra. Grazie alla nuova configurazione della modalità operativa, l’energia necessaria per la circolazione a emissioni zero in città può essere messa a disposizione in modo ancora più mirato. Al contempo, grazie alla combinazione di motore elettrico ed efficiente motore turbo benzina (potenza di sistema 218 CV/160 kW), la Passat GTE offre anche i vantaggi di una vettura comoda e sicura per i lunghi viaggi. La Passat GTE soddisfa già oggi il valore limite della norma sulle emissioni Euro 6d in vigore dal 2021 per le vetture nuove.

Filtro antiparticolato sempre presente. Un altro elemento di spicco sul fronte dei propulsori è il 2.0 TDI Evo di nuova concezione, un Turbodiesel ad alta efficienza da 150 CV, che emette 10 g/km di CO2 in meno del motore equivalente del modello precedente. Il 2.0 TDI Evo è uno dei primi propulsori di una nuova generazione di motori Diesel. La gamma offre anche tre motori a benzina TSI da 150, 190 e 272 CV e tre Turbodiesel TDI da 120, 190 e 240 CV. Tutti i propulsori TSI e TDI sono in linea con l’attuale norma sulle emissioni Euro 6d-TEMP. Tutte le nuove Passat con motore a benzina o a gasolio sono dotate di filtro antiparticolato.

Design impreziosito dai LED. La Volkswagen ha affinato e perfezionato il design della Passat, in versione berlina e Variant. Sono stati ridisegnati i paraurti anteriore e posteriore e la calandra del radiatore; la scritta Passat è ora al centro della coda. Inoltre, i nuovi fari a LED, le luci diurne a LED, i fari fendinebbia a LED e i gruppi ottici posteriori a LED contribuiscono a creare un design delle luci inconfondibile. Infine, quattro nuovi cerchi in lega da 17, 18 e 19 pollici arricchiscono la gamma.

Estetica del mondo digitale. Nell’abitacolo la Passat si distingue dalla versione precedente per i nuovi elementi decorativi e tessuti, i rivestimenti delle porte ridisegnati, un nuovo colore delle finiture, una nuova strumentazione e un nuovo volante. Al posto dell’orologio analogico sulla plancia c’è ora una scritta Passat retroilluminata. Nella console centrale è stato inoltre introdotto un vano portaoggetti aperto più ampio anche con un’interfaccia induttiva per smartphone e, accanto, una presa USB Tipo-C. Di notte le schermate del Digital Cockpit e dei sistemi di infotainment si fondono con i tasti illuminati del volante multifunzione capacitivo e con l’illuminazione d’ambiente perimetrale, ora disponibile a richiesta in 30 colori, a formare un palcoscenico di informazioni e comandi inondato di luce e piacevole sia dal punto di vista estetico sia funzionale.

Sound ai massimi livelli. Dynaudio, azienda danese specializzata in sistemi Hi-Fi, ha adattato il sistema audio da 700 Watt di potenza con cura certosina all’abitacolo della nuova Passat per garantire la riproduzione della musica a bordo, a prescindere dalla sorgente sonora, con il migliore audio che si sia mai ascoltato in una Passat.

Nuova struttura degli allestimenti. La gamma italiana della nuova Passat prevedrà tre allestimenti e la possibilità di optare per la personalizzazione R-Line. Parallelamente a questi tre allestimenti, anche la nuova Passat sarà nuovamente disponibile nelle versioni Alltrack (tuttofare a trazione integrale con caratteristiche offroad) e, come già accennato, GTE. Appositamente per l’introduzione sul mercato, farà il suo debutto anche un modello speciale in edizione limita: la Passat R-Line Edition nel colore specifico Grigio Pietra di Luna. A bordo troviamo la motorizzazione BiTDI da 240 CV e nuovi sistemi di assistenza come il Travel Assist.

Bassi costi di esercizio. La nuova Passat è una vettura dai costi di esercizio contenuti. Infatti, con le cilindrate dei suoi motori è uno dei modelli di classe media più convenienti in relazione al Cost of Ownership (CoO).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.