Papa Francesco: “Escludere Dio dall’orizzonte narcotizza il cuore”

Incontro con ciechi e sordomuti: cultura dell’incontro opposta a pregiudizio e esclusione

20140329-papa-disabili-660x375

Roma – “Viviamo in una società che esclude Dio dall’orizzonte; e questo, giorno per giorno, narcotizza il cuore“. Questo il messaggio di Papa Francesco, lanciato oggi su Twitter in occasione dell’incontro con persone affette da disabilità.

 

Nell’incontro di oggi con 8mila tra ciechi e sordomuti, Bergoglio ha denunciato che ci sono “due culture opposte: la cultura dell’incontro e la cultura dell’esclusione, del pregiudizio. Si pregiudica e si esclude“. “La persona malata o disabile, proprio a partire dalla sua fragilità, dal suo limite, può diventare – ha detto il Pontefice – testimone dell’incontro: l’incontro con Gesù, che apre alla vita e alla fede, e l’incontro con gli altri, con la comunità“.

Secondo Papa Francesco, “solo chi riconosce la propria fragilità, il proprio limite può costruire relazioni fraterne e solidali, nella Chiesa e nella società“.

Rivolgendosi ai disabili presenti nell’Aula Nervi, Papa Francesco li ha esortati a “lasciarsi incontrare da Gesù: solo Lui conosce veramente il cuore dell’uomo, solo Lui può liberarlo dalla chiusura e dal pessimismo sterile e aprirlo alla vita e alla speranza“.

(Credit: TMNews)

Shares
Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: