Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6085 Deforestazione, In Africa a rischio la vita della popolazione | HORSEMOON POST
AmbienteWellness

Deforestazione, In Africa a rischio la vita della popolazione

Lo ha annunciato l’Università di Edimburgo che ha tracciato un tragico scenario sul fenomeno della deforestazione nel centro-sud dell’Africa. Ma sarebbe ancora possibile apportare modifiche per la salvaguardia dell’ecosistema

37c46eb02ab591be81ed5d8dc19ae982

Scenario preoccupante quello dipinto dall’Università di Edimburgo: la deforestazione del centro-sud del continente africano costituisce una grave minaccia per la sopravvivenza della vita della popolazione e la salvaguardia dell’ecosistema. Un minaccioso allarme, ma che, secondo gli studiosi, potrebbe essere sottoposto a modifiche con l’adozione di giusti accorgimenti. Primo tra tutti il passaggio all’utilizzo dei combustibili sostenibili; in secundis, lo stop alla pratica di bruciare le foreste per trovare spazi da riservare ad agricoltura e allevamento.

Secondo i ricercatori della città inglese, a essere più colpite sono la Repubblica democratica del Congo, Lo Zimbabwe, l’Angola, la Zambiae il Mozambico. Ma esisterebbe un forte gap tra nord e sud: se è vero, infatti, che boschi e foreste del sud stanno di giorno in giorno perdendo la copertura arborea e il fenomeno disboscamento sta raggiungendo contorni sempre più ampi, dall’altra parte molte aree situate a nord dell’Equatore sono in pieno rimboschimento.

Secondo un’indagine pubblicata su Philosophical Transactions of the Royal Society B., alla base dell’aumento della vegetazione nel nord del Congo ci sarebbe la migrazione verso la città, fenomeno che causerebbe un minor numero di incendi, un incremento della caccia ai grandi mammiferi e una riduzione dell’abbattimento degli alberi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20130628-twitter-very-littleRosalia Bonfardino