EsteriIn Primo Piano

Nigeria, Israele invia analisti del Mossad per la ricerca delle studentesse rapite da Boko Haram

Tel Aviv non invia reparti speciali in Africa centro-occidentale, ma teste pensanti (come l’Italia…)

-

Gerusalemme – Israele ha mandato un team di esperti in Nigeria per aiutare il governo a ritrovare le oltre 200 ragazze rapite oltre un mese fa dagli islamisti di Boko Haram. Il team, ha spiegato una fonte anonima del governo, è composto da uomini del Mossad (Ha-Mossad le-Modi’in ule-Tafkidim Meyuchadim) addestrati ad affrontare i sequestri.

Nella forza inviata in Nigeria non ci sono reparti di assalto, ma consulenti e analisti. Una mossa che ha già fatto l’Italia, dispiegando in Africa operatori dell’Aise (servizio estero) in grado di gestire operazioni così complesse.

Il maxi-sequestro ha scatenato l’indignazione in tutto il mondo. Alle ricerche già partecipano team di specialisti arrivati da Usa, Gran Bretagna e Francia, oltre ad aerei americani, con e senza equipaggio, che da giorni solcano i cieli del Paese per cercare le ragazze.

Israele, che ha accordi nel settore della difesa con numerosi Paesi africani, aveva già inviato consulenti in Kenya lo scorso settembre, quando un gruppo di islamisti assaltò e sequestrò un centro commerciale a Nairobi, facendo una strage.

(AGI)