EsteriIn Primo PianoViaggiare Sicuri

Viaggiare sicuri: avvisi del 10 Luglio 2014

 Avvisi di sicurezza redatti dall’Unità di Crisi del Ministero degli Esteri della Repubblica Italiana

20140701-logoViaggiareSicuri

 20140701-logounitadicrisi

20140704-mappamondo

Avvisi diffusi il 10.07.2014

Israel Israele

La situazione di sicurezza si e’ aggravata con l’intensificarsi dei lanci di razzi e missili da Gaza verso Israele (soprattutto nelle aree meridionali ma anche in quelle centrali inclusa la citta’ di Tel Aviv e dintorni) ed il conseguente avvio dell’operazione militare israeliana “Protective Edge”.

Si suggerisce ai cittadini italiani di evitare i viaggi  nelle aree situate entro un raggio di  40 km dalla Striscia di Gaza che sono oggetto di frequenti lanci di razzi, incluse le citta’ di Sderot, Netivot, Ashkelon, Ashdod, Beer Sheva e Kiryat hamalachi. Lanci di razzi, al momento senza danni a persone, si registrano anche sulle aree di Tel aviv e di Gerusalemme. Si suggerisce massima cautela e di limitare in questo periodo i soggiorni in tali aree.

A tutti i cittadini italiani nelle aree interessate si raccomanda di limitare gli spostamenti e di attenersi scrupolosamente alle misure cautelative indicate alla voce “Sicurezza” della scheda ed a quelle suggerite dallo “Home Front Command” israeliano al sito Internet www.oref.org il e dal sito Internet dell’Ambasciata. 

È importante conoscere la posizione di rifugi anti-missili e zone protette (liste di rifugi pubblici sono pubblicate nel sito web dell’Ambasciata www.ambtelaviv.esteri.it). 

Si raccomanda inoltre ai cittadini italiani e soprattutto a quelli nelle aree meridionali a ridosso della Striscia di Gaza di tenersi aggiornati sull’evolversi della situazione di sicurezza attraverso gli organi d’informazione inclusi i social network … (per leggere  il report integrale, clicca qui)

____________________________________________________________

Congo. Congo

SICUREZZA

A seguito dell’attacco da parte della popolazione del quartiere generale del Parco Nazionale d’Odzala-Kokoua, nel Nord del Paese, si raccomanda cautela ai visitatori. Si  sconsiglia di soggiornare nella porzione del Parco situata nel dipartimento della Cuvette Ouest e di circolare sulla strada Etoumbi-Mbono, fino a completo ristabilimento della situazione di ordine pubblico e di sicurezza nella zona.

Alla luce della situazione in Repubblica Centrafricana e dell’assenza di controlli alle frontiere da parte delle forze di sicurezza, che possono causare l’afflusso in Repubblica del Congo di elementi armati e di delinquenti, si raccomanda massima cautela a ridosso della fascia frontaliera con la Repubblica Centrafricana e di evitare viaggi o soggiorni non strettamente necessari.

A seguito dei violenti scontri che hanno interessato la capitale Brazzaville lunedì  16 dicembre 2013 e che hanno causato 22 decessi, la situazione sembra essere gradualmente tornata alla calma. Si raccomanda tuttavia massima cautela ed un contatto constante con l’Ambasciata. 

Anche alla luce dell’incidente aereo occorso il 30 novembre 2012 a Brazzaville, si ribadisce l’elevato rischio relativo ai voli interni, dato che tutte le compagnie aeree incorporate in Congo figurano nella black list comunitaria.

Nelle località più importanti del Paese si registrano, anche se in modo sporadico, episodi di criminalità come furti e rapine a mano armata. Queste ultime sono state segnalate anche sulle Strade Nazionali 1 e 2 a poche decine di km da Brazzaville. Si consiglia pertanto prudenza, soprattutto… .(per leggere  il report integrale, clicca qui)

____________________________________________________________

Indonesia Indonesia

SICUREZZA

Il 9 luglio 2014 si sono tenute in Indonesia le votazioni per l’elezione del Presidente della Repubblica. Le elezioni si sono svolte in un clima pacifico. Nell’attesa della proclamazione ufficiale del vincitore, prevista per il 22 luglio, si raccomanda di prestare dovunque la massima cautela, tenendosi lontani dagli assembramenti e dalle manifestazioni di natura politica.

Negli ultimi mesi si è registrato un incremento dei casi di avvelenamento di turisti stranieri da ingerimento di bevande alcoliche contenenti metanolo, casi che, in più di un’occasione, hanno causato il decesso dello straniero. Le aree dove si sono verificati gli avvelenamenti sono le principali mete turistiche – Bali, Lombok ed isole Gili – alle quali si è aggiunta l’area di Sumatra Settentrionale – Lago Toba – dove ha recentemente perso la vita per avvelenamento una turista inglese. La bevanda alcolica contraffatta viene commercializzata in bottiglie di marchi internazionalmente noti da parte di rivendite ufficiali. Si raccomanda, pertanto, di evitare il consumo di alcolici salvo che nelle strutture turistiche di alta fascia.

Resta attuale il rischio di attacchi terroristici in tutto il territorio indonesiano, in particolare nella capitale Jakarta e nelle altre maggiori aree urbane. Le Autorità indonesiane, che avevano recentemente segnalato il rischio che luoghi di culto e di assembramento di stranieri potessero divenire obiettivo di attacchi terroristici durante le festività natalizie, mantengono alto il livello di allerta a prevenzione di eventuali iniziative da parte di gruppi terroristici. Si raccomanda pertanto la massima prudenza e cautela negli spostamenti.

In ragione di attacchi da parte di gruppi terroristici nella zona della Municipalità di Poso …(per leggere  il report integrale, clicca qui)

Ultimo aggiornamento 10/07/2014, ore 18.17