Barbara offensiva jihadista dell’ISIL nel nord dell’Iraq, morti 40 bambini yazidi

I bambini della plurimillenaria comunità Yazide hanno perso la vita durante un attacco nella regione di Sinjar, conquistata dalle milizie islamiste del sedicente califfo, Abu Bakr al Baghdadi

20140805-Yazidi-655x436

Roma – Quaranta bambini della minoranza yazidi del nord dell’Iraq sono stati ritrovati morti dopo un attacco dei jihadisti nella regione di Sinjar. “Secondo notizie ufficiali ricevute dall’Unicef, questi bambini della minoranza yazidi sono morti a causa delle violenze” nel paese, si legge in un comunicato.

Domenica scorsa i combattenti dello Stato Islamico dell’Iraq e del Levante (ISIL), autoproclamatosi Stato Islamico guidato dal sedicente califfo Abu Bakr al-Baghdadi, che controllano gran parte del nordovest dell’Iraq, hanno conquistato la regione di Sinjar, fino allora controllata dai peshmerga curdi. L’area ospita migliaia di profughi di questa minoranza, così come numerosi esponenti della comunità sciita turkmena.

La città, vicino al confine siriano, è un centro nodale per gli yazidi iracheni, una comunità molto chiusa che segue un’antica fede radicata nello Zoroastrismo e denominato dai jihadisti come “adoratori del diavolo“. A Sinjar vi era anche un campo profughi per le migliaia di sfollati provenienti da altre minoranze, come i turcomanni sciiti fuggiti nella vicina città di Tal Afar, quando ISIS ha lanciato l’offensiva il 9 giugno scorso.

L’attacco a Sinjar – secondo quanto riportato dal quotidiano libanese in lingua inglese “Daily Star” – ha causato la fuga di migliaia di persone dalle loro abitazioni in preda al panico, alcuni di loro correvano in montagna senza rifornimenti.

“Le famiglie fuggite dalla zona hanno bisogno urgente di assistenza, inclusi fino a 25.000 bambini che ora sono bloccati nelle montagne circostanti Sinjar e hanno un disperato bisogno di aiuti umanitari, compresi acqua potabile e servizi igienico-sanitari”, ha affermato l’UNICEF nel comunicato.

Foto pubblicate su internet da Ězîdî Press su Twitter mostrano gruppi di membri della comunità Yazidi che si riuniscono sulle grotta nelle montagne circostanti Sinjar. I leader yazidi e attivisti dei diritti umani hanno ammonito che la stessa esistenza della comunità multi-millenaria nella sua terra ancestrale è a rischio a causa delle ultime violenze e degli spostamenti forzati dalla ferocia dei miliziani dell’ISIL. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un pensiero riguardo “Barbara offensiva jihadista dell’ISIL nel nord dell’Iraq, morti 40 bambini yazidi

  • 06/08/2014 in 18:14:20
    Permalink

    Chissà perché questi morti non appassionano il Fatto Quotidiano e repubblica come quelli di Gaza…

I commenti sono chiusi