EsteriIn Primo Piano

Israele chiude i valichi di Erez e Kerem Shalom con Gaza dopo il lancio di un missile. La Striscia è isolata

La decisione valida fino a nuovo ordine blocca tutti i transiti, eccezione fatta che per gli aiuti umanitari. Pochi giorni fa l’Egitto ha chiuso il valico di Rafah, dopo gli attentati in Sinai in cui sono stati uccisi 31 soldati da parte di miliziani jihadisti collegati ad Hamas e Isil

20141103-israele_soldati_controlli_xin-655x436

Tel Aviv – Israele ha chiuso i due valichi con la Striscia di Gaza come risposta a un missile lanciato venerdì notte.

I valichi per il passaggio di beni e persone di Erez e Kerem Shalom rimarranno chiusi fino a nuovo ordine, eccetto gli aiuti umanitari“, ha reso noto una portavoce dell’esercito, secondo quanto riferisce il sito Times of Israel.

Quello verso Israele è il secondo missile lanciato dalla Striscia dopo il cessate il fuoco del 26 agosto che ha messo fine a 50 giorni di conflitto.

La Striscia di Gaza si trova ora isolata rispetto al resto del mondo, dato che il 25 ottobre l’Egitto ha chiuso il valico di Rafah a seguito degli attacchi delle milizie jihadiste vicine ad Hamas e all’Isil in Sinai, in cui sono stati uccisi 31 soldati.

L’Egitto ha inoltre deciso di costruire entro la fine dell’anno una zona cuscinetto lungo il confine con la Striscia, un’area di sicurezza che comprende anche lo scavo di un ampio canale che serva da rallentamento e da valico controllabile al flusso di clandestini.

(Adnkronos, IDF)