Opel Grandland X, consegnate le prime con motore PureTech. Ibrido PHEV in arrivo

La Opel Grandland X è un successo della casa tedesca del Gruppo PSA: oltre 140 mila ordini. Il nuovo motore turbo benzina PureTech a iniezione diretta 1,6 litri eroga 180 CV e consumi non elevatissimi in città, ma anche basse emissioni grazie al Filtro AntiParticolato per motori a benzina. In arrivo la versione PHEV, primo ibrido plug-in di Opel

Rüsselsheim – Sono iniziate le consegne della Opel Grandland X, il SUV della casa tedesca del Gruppo PSA con il più potente motore della gamma. Pure Tech è un motore in alluminio, quattro cilindri con doppio albero a camme in testa e quattro valvole per cilindro ed eroga una potenza massima di 133 kW/180 CV a 5.500 giri, con una coppia massima di 250 Nm già a 1.750 giri, con cambio automatico a otto rapporti (consumi di carburante 1, 2: ciclo urbano 7,2-7,1 l/100 km, ciclo extraurbano 5,0-4,9 l/100 km, ciclo misto 5,8-5,7 l/100 km ed emissioni di CO2 (ciclo misto) pari a 132-130 g/km). Un propulsore brillante, che si distingue per una risposta pronta: la Grandland X accelera da 0 a 100 km/h in soli 8,0 secondi, con una velocità massima di 222 km/h. 

Il propulsore PureTech coniuga potenza e ridotti livelli di emissioni, grazie a un sistema di post-trattamento dei gas di scarico all’avanguardia con Filtro Antiparticolato per Motori Benzina (GPF). Consumi ed emissioni beneficiano delle valvole a fasatura variabile.

Il primo esemplare di Opel Grandland X è stato consegnato dalla concessionaria Auto Jacob Opel di Rüsselsheim al proprietario, il trentaseienne Manuel Friedrich di Ludwigshöhe, dall’amministratore delegato di Auto Jacob GmbH, Patricia von Erbach-Schönberg. “Ho sempre voluto un SUV. Quando ho visto Grandland X è stato amore a prima vista e ho fatto l’ordine non appena è stato disponibile il nuovo motore top di gamma“, ha dichiarato Friedrich, impaziente di mettersi alla guida della sua macchina. 

Opel Grandland X è un successo della casa tedesca, che ha maturato oltre 140.000 ordini dall’avvio delle vendite nell’estate del 2017. 

Grandland X si pone al vertice della “famiglia X” dei SUV Opel, che comprende anche Crossland X e Mokka X. L’importanza rivestita da questo modello nella gamma Opel è evidente dal fatto che costituisce un modello fondamentale nei piani di elettrificazione della gamma Opel. Già nella prima metà del 2019 sarà infatti possibile ordinare la versione ibrida plug-in di questo SUV – la Opel Grandland X PHEV (Plug-in Hybrid Electric Vehicle), mentre entro la fine del 2020 la casa lancerà ben otto modelli nuovi o rinnovati con tecnologia ibrida.

[1]  I dati WLTP sono convertiti in valori NEDC a fini comparativi.

[2]  Dati WLTP nel ciclo misto (a titolo esclusivamente informativo, da non confondersi con i valori ufficiali NEDC): 8,0-7,1 l/100 km, emissioni di CO2 pari a 181-161 g/km

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


John Horsemoon

Sono uno pseudonimo e seguo sempre il mio dominus, del quale ho tutti i pregi e i difetti. Sportivo e non tifoso, pilota praticante(si fa per dire...), sempre osservante del codice: i maligni e i detrattori sostengono che sono un “dissidente” sui limiti di velocità. Una volta lo ero, oggi non più. Correre in gara dà sensazioni meravigliose, farlo su strada aperta alla circolazione è al contrario una plateale testimonianza di imbecillità. Sul “mio” giornale scrivo di sport in generale, di automobilismo e di motorsport, ma in fondo continuo a giocare anche io con le macchinine come un bambino.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.