Volkswagen lancia un nuovo brand ad hoc per la Cina: Jetta

La gamma sarà sostituita da una berlina tre volumi e due SUV, con target di mercato i giovani cinesi. Il brand Jetta punterà su un “eccellente rapporto qualità/prezzo

Verona – Volkswagen ha comunicato la nascita di un nuovo brand all’interno del Gruppo, JETTA, destinato esclusivamente al mercato cinese, che promette un’espansione senza precedenti, considerato la bassa delle auto nelle zone esterne alle grandi regioni metropolitane, come Pechino e Shanghai. 

Contemporaneamente, la crescente classe media ambisce ad avere un’auto di proprietà, che JETTA cercherà di intercettare, specialmente nelle fasce di clienti più giovani. La gamma del nuovo brand JETTA sarà prodotta dalla FAW-Volkswagen a Chengdu e includerà una berlina tre volumi e due SUV. L’inizio delle vendite è previsto per il terzo trimestre di quest’anno.

Con JETTA, stiamo riducendo la distanza tra la marca Volkswagen, appartenente alla fascia alta dell’offerta generalista, e la mobilità di massa, che in Cina conta per un terzo del mercato ed è presidiata soprattutto da marche locali. In questo modo, aumenteremo in maniera significativa la nostra copertura del mercato“, ha dichiarato Jürgen Stackmann, membro del Consiglio d’Amministrazione di Volkswagen, Responsabile delle Vendite. 

Con l’introduzione del brand JETTA, Volkswagen rafforza il proprio valore commerciale in Cina, per conquistare le fasce alte del mercato, e allo stesso tempo rafforza la propria capacità produttiva sul mercato locale grazie alla collaborazione con FAW.

In Cina, il modello Volkswagen Jetta ha un ruolo fondamentale per noi. Ha diffuso la mobilità di massa, come fece il Maggiolino in Europa. Sviluppata dalla Volkswagen e prodotta in Cina, la versione locale della Jetta ha motorizzato la Cina. Ancora oggi – ha spiegato Stackmann – è uno dei modelli Volkswagen di maggior successo, una vera icona. Ecco perché, per la prima volta nella storia della Volkswagen, stiamo trasformando questo modello in un brand, con la creazione di un’apposita gamma“.

JETTA cercherà di intercettare la domanda in Cina sia con una propria rete di concessionari, sia con innovative modalità commerciali, cercando di andare incontro alla domanda, non solo di riceverla sotto le luci dei propri punti vendita. Per esempio, avvicinerà i potenziali clienti con esposizioni digitali, attraverso la presenza nei centri commerciali e con truck allestiti appositamente per essere concessionari itineranti.

In Cina Volkswagen ha consegnato 3,11 milioni di veicoli nel 2018, con una flessione del 2,1% rispetto all’anno precedente. Vicina al 50% delle vendite mondiali, la Cina rappresenta il primo mercato per la Volkswagen. In un contesto in contrazione complessiva della domanda di automobili (-4,6% rispetto al 2017), Volkswagen ha trovato ineccepibile la scelta di far crescere la propria quota di mercato in questo grande Paese, dove nel 2018 ha consegnato la 30 milionesima auto a un Cliente cinese.

Da quando Volkswagen si stabilì in Cina, oltre 30 anni fa, la casa di Wolfsburg ha conquistato la prima posizione. La Cina non è solo il mercato nazionale più grande del mondo, è anche in prima linea nel processo di elettrificazione della mobilità, nella digitalizzazione delle auto, della connettività tra esse e sul fronte della guida autonoma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.