Crisi Italia-India. La ministra della Difesa fa la faccia dura: ‘Situazione marò non è più sostenibile’

Roberta Pinotti, presente al giuramento degli allievi della Scuola Militare “Teulliè”, ha dichiarato che il “loro caso è una spina nel cuore del governo e degli italiani”. Martedì 18 marzo aveva indirettamente “bacchettato” il collega Alfano, che aveva chiesto al presidente dell’Assemblea Generale ONU, John Ashe, un intervento a favore dei fucilieri del San Marco

Leggi il seguito

Crisi Italia-India. Il Kerala si oppone a un eventuale intervento dell’ONU per far tornare in Italia Latorre e Girone

Ancora una novità dalle autorità indiane sulla controversia che vede contrapposta l’Italia all’India, Stato che ha violato alcuni trattati internazionali…

Leggi il seguito

Marò, è svolta. Mogherini: ‘lavoriamo per fermare processo, non ne riconosciamo la legittimità’. Alleluja!

Il Governo ha studiato il dossier “marò/India” e sta imprimendo una svolta di dignità nazionale e di rispetto del diritto internazionale marittimo. Sui fatti avvenuti in acque internazionali, con risvolti penali, la competenza della giurisdizione è dello Stato di bandiera (articolo 97, Parte VII, Alto mare, UNCLOS). Finalmente!

Leggi il seguito

Marò, istanza contro indagini alla Nia. Mogherini chiama ministro Esteri indiano

I due militari italiani detenuti in India si oppongono all’utilizzo della National Investigation Agency, la polizia antiterrorismo, in merito alla vicenda che li vede accusati della morte di due pescatori indiani. La ministro degli Esteri: “Lavoriamo per riportarli in Italia”

Leggi il seguito

Le mogli dei marò a Sanremo: ‘è un’ingiustizia, tornino a casa’

Il Comune invita le signore al Festival, ma non saranno in sala: “non siamo dell’umore giusto”. Richiesta al Governo: trattenete l’ambasciatore fino al rilascio di Massimiliano e Salvatore

Leggi il seguito

Marò, la Corte Suprema indiana rinvia ancora, Bonino e De Mistura fanno la faccia feroce: ma è tutta scena

La sezione che deve giudicare sull’incriminazione dei due fucilieri del San Marco sarà impegnata anzitutto a decidere su una questione interna, relativa all’introduzione della carta d’identità con dati biometrici. L’udienza quindi potrebbe scivolare a domani. La presenza di Staffan De Mistura legittima un processo illegittimo, che non si deve tenere in India. La “nota verbale” per attivare l’Arbitrato Internazionale è errata nella forma, che è richiesta per iscritto. Perché tutti questi errori grossolani?

Leggi il seguito

Marò, oggi la Corte Suprema decide sull’incriminazione (forse), ma l’Italia mantiene una posizione errata

L’udienza potrebbe slittare a domani per il sovrapporsi di questioni interne (adozione di carta d’intentità con dati biometrici). La presenza di Staffan De Mistura legittima un processo illegittimo, che non si deve tenere in India. La “nota verbale” per attivare l’Arbitrato Internazionale è errata nella forma, richiesta per iscritto dall’Articolo 1 dell’Allegato VII all’UNCLOS. Perché tutti questi errori grossolani?

Leggi il seguito

Emma Bonino sconfessata da Ban Ki-moon: si dimetta o qualcuno proponga la sfiducia individuale

Il segretario generale delle Nazioni Unite gela la “politica multilaterale” della ministra degli Esteri italiana sui Marò: è una questione bilaterale tra India e Italia

Leggi il seguito

Marò, sostituire Emma Bonino: inverte l’ordine delle priorità. Azione giudiziaria internazionale sùbito

L’azione politica e quella diplomatica sono subordinate a quella giuridica, perché l’Italia è parte lesa per due motivi e non cerca “accomodamenti”. Tribunale di Amburgo, Corte Internazionale dell’Aja o Arbitrato, ma subito. Le esitazioni e gli errori costituiscono un grave danno per il Paese, rilevabile perfino sul piano penale. Qualcuno imponga al presidente della Repubblica la sostituzione immediata, il Paese ha bisogno di un ministro degli Esteri, non di un “Segretario all’Indignazione”

Leggi il seguito

Conferme da Bruxelles: Lady Ashton si è svegliata! Sui maro’, monito all’India: ‘inaccettabile Italia terrorista’

La vicepresidente della Commissione Europea sente odore di elezioni e per tamponare un tracollo di consenso fa la faccia feroce, con molto, intollerabile ritardo. Piuttosto che niente, meglio piuttosto…

Leggi il seguito

Corte Suprema India: ‘rischiamo la crisi diplomatica? Non ci interessa, seguiremo la legge’

Il presidente della sezione di Corte Suprema, che giudicherà sul rinvio a giudizio dei due fucilieri della Marina Militare Italiana, ha chiuso l’udienza con una filippica a favore della legge. Non è per forza un cattivo segno anti-italiano

Leggi il seguito

India/Marò. È tempo di nervi saldi, ma serve cambio di passo subito. Cinque punti essenziali

Verrà il tempo delle inchieste parlamentari, ma ora è fondamentale tenere la schiena dritta. Enrico Letta prenda in mano personalmente la situazione: se non ne è capace, un motivo in più per lasciare. Nessun pietismo, nessuna trattativa: l’Italia è dalla parte della ragione giuridica internazionale, non è uno Stato terrorista. E chiariamo con l’India sul NSG, Nculear Supplier Group: con questo chiaro di luna, per i prossimi 30 anni non se ne parlerà neanche…

Leggi il seguito

India, i marò e il risveglio dell’addormentata nel bosco della diplomazia mondiale: Catherine Ashton, Lady PESC

La vicepresidente della Commissione Europea, Alto Rappresentante per la Politica Estera e la Sicurezza Comune, svegliatasi da un lungo torpore dopo il “bacio” indiretto di uno dei giudici della Corte Suprema indiana che decideranno sulla sorte dei due fucilieri della Marina Militare. L’accusa di terrorismo cambierebbe la natura dell’impegno antipirateria dell’Italia e di altri Stati. Ma sono impazziti tutti?

Leggi il seguito

Terzi: ‘rinvio marò in India fu un errore vergognoso di Monti su suggerimento di Passera’

“Il processo in India non si deve fare”. La Russa: “percorrere la strada dell’arbitrato sotto l’egida dell’Onu”. Mauro: “solo un

Leggi il seguito

ESCLUSIVA – India-Marò, quattro misteri coprono interessi inconfessabili tra Italia e India?

Nella storia che riguarda i fucilieri della Marina Militare italiana ci sono aspetti di incredibile opacità, fino a determinare almeno quattro inspiegabili circostanze: siamo sotto ricatto internazionale di uno Stato paria, che ha fatto strame del diritto internazionale, ovvero esiste una rete di interessi non confessabili?

Leggi il seguito