Libia, scontri a Bengasi, 16 morti in poche ore. Liberali avanti a islamisti in elezioni per il rinnovo del Parlamento

Milizie jihadiste vicine al fronte qaediste attaccano le forze regolari libiche, causando anche 81 feriti. Salito il bilancio degli scontri

Leggi il seguito

Dieci anni dall’attacco islamista alla Spagna. A Madrid il ricordo commosso delle 191 vittime

L’11 marzo 2004 un attacco multiplo ai treni in arrivo nella capitale spagnola provocò una strage multipla perpetrata dai jihadisti propugnatori del Califfato islamico mondiale. Quattro treni saltati in aria produssero quasi 200 morti e oltre 2000 feriti

Leggi il seguito

Esclusiva! Allarme terrorismo jihadista a Bruxelles, obiettivo l’Atomium e il ministro della Difesa

Un giovane di Anversa, Brian De Mulder, che ha combattuto in Siria, a sud di Aleppo, lunedì ha pubblicato un video su YouTube in cui ha minacciato il ministro della Difesa del Belgio, Pieter De Crem, e il Paese di un sanguinoso attacco. “Arriva la Sharia, benvenuti in Belgistan”. Minacce di morte Geert Wilders, leader del partito populista olandese

Leggi il seguito

Ora, labora et bombarda: in Bangladesh esplode una scuola coranica, fabbrica di bombe e armi

La madrassa è dell’Hefajat-e-Islam, gruppo fondamentalista islamico molto attivo negli ultimi mesi. La polizia ha rinvenuto bombe artigianali e materiale esplosivo tra i resti della scuola. Nella deflagrazione è morto uno studente di 25 anni e altri sei sono rimasti feriti

Leggi il seguito

L’Egitto guarda al futuro. Insediata la nuova Assemblea Costituente, spazio per donne e minoranze religione. Salafiti contro

La nuova Assemblea, convocata per stendere una bozza di Costituzione, è composta di 50 membri rappresentanti delle componenti della società egiziana. Fra i nominati anche studenti, rappresentanti della Chiesa cattolica e delle confessioni protestanti. I salafiti di al-Nour contrari: la cancellazione della sharia è un atto contrario all’identità egiziana

Leggi il seguito

Prosegue la campagna neo-ottomana di Recep Tayyep Erdogan in Turchia: il governo favorisce le scuole islamiche e riduce l’istruzione laica

Su oltre 1 milione di iscrizioni alle scuole superiori laiche solo 300mila sono state accettate per l’anno scolastico 2013/2014. Tale approccio favorisce le Imam Hatips, scuole medie e superiori basate sul Corano e l’islam. Unsal Yildiz, attivista per la libertà di educazione: “Il governo vuole creare una generazione obbediente in linea con la visione islamista della società”

Leggi il seguito

Papa Francesco, un Angelus pedagogico urbi et orbi: fede e violenza incompatibili

Il Pontefice ha parlato ai fedeli cattolici accorsi a Piazza San Pietro, ma è sembrato si rivolgesse ai “Fratelli Musulmani” e al programma di islamizzazione dei fondamentalisti musulmani, che ci scontrano sempre più con la reazione dei musulmani, desiderosi di pace, serena convivenza e rispetto della libertà dall’Indonesia al Marocco

Leggi il seguito