Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6078 Sotto attacco gli agrumeti siciliani: il responsabile è il “Citrus Tristezza Virus” | HORSEMOON POST
Focus Sicilia

Sotto attacco gli agrumeti siciliani: il responsabile è il “Citrus Tristezza Virus”

Brutta tegola sull’agricoltura siciliana, una delle principali risorse economiche dell’Isola. In corso una grave infezione causata dal “Citrus Tristezza Virus”

Agrumeti

Dopo il punteruolo rosso che negli scorsi anni ha devastato le palme siciliane, ecco un’altra emergenza per le piante dell’Isola, in particolar modo per gli agrumeti, colpiti in maniera sempre più crescente dal Citrus Tristeza Virus (CTS), responsabile della morte di centinaia di milioni di piante in tutto il mondo.

Il patogeno, infatti, si è diffuso dovunque attraverso il materiale di propagazione in seguito allo sviluppo dell’agrumicoltura commerciale: il CTV attualmente è presente in tutte le aree agrumicole del mondo con un’incidenza variabile in funzione del portinnesto e della trasmissibilità attraverso gli afidi vettori.

I Paesi più colpiti sono sono Argentina, Brasile, Stati Uniti (California e Florida), Spagna, Israele e Venezuela.

In Sicilia – come fa sapere l’Assessorato regionale alle risorse agricole – è in corso l’infezione drastica e virulenta sugli impianti di agrumi innestati su portinnesto arancio amaro, particolarmente suscettibile ai diversi ceppi di CTV. La diffusione dell’epidemia, inoltre, è su larga scala con il progressivo coinvolgimento dell’intero territorio regionale.

Danneggiate, purtroppo, le produzioni pregiate di agrumi (IGP, DOP), come l’arancia rossa di Sicilia, la Riberella, che sono state fortemente sostenute dalla politiche di sviluppo rurale dell’Unione Europea.

La Regione Siciliana, per affrontare quest’emergenza, sta attivando un programma straordinario di intervento basato sul reimpianto degli agrumeti e sull’utilizzazione di portinnesti tolleranti (Citrange Troyer e Carrizo) al virus: l’occasione potrà essere utilizzata per ampliare il calendario di offerta degli agrumi attualmente concentrati nei primi mesi dell’inverno.

In vista di ciò è stato pubblicato qui l’avviso per gli agrumicoltori isolani che hanno subito i danni di “tristezza” (mai nome più azzeccato di questo).

Le risorse disponibili sono di 10 milioni di euro. L’importo massimo per ogni ettaro di superficie è di 9 mila euro.

@waltergianno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Walter Giannò

Blogger dal 2003, giornalista pubblicista, ha scritto su diverse piattaforme: Tiscali, Il Cannocchiale, Splinder, Blogger, Tumblr, WordPress, e chi più ne ha più ne metta. Ha coordinato (e avviato) urban blog e quotidiani online. Ha scritto due libri: un romanzo ed una raccolta di poesie. Ha condotto due trasmissioni televisive sul calcio ed ha curato la comunicazione sul web di un movimento politico di Palermo durante le elezioni amministrative del maggio 2012. Si occupa di politica regionale ed internet.