Lewis Hamilton conquista la Pole Position del GP di Germania

Luigino strappa la pole a Vettel e raggiunge Fangio. Bene le Lotus e Ricciardo, la Ferrari rinuncia a lottare per la pole e gioca la carta gomme per la gara

20130706-hamilton-pole-gp-germania

Luigino Hamilton ha conquistato la seconda pole position consecutiva (tre nel 2013) nelle qualifiche del GP di Germania, sulla Sudschleife del Nürburgring, nono appuntamento del Campionato del Mondo 2013. Il pilota della Mercedes, fino alla Q3 un po’ appannato, è stato protagonista di una prova di orgoglio, che in parte rimedia all’errore di strategia di risparmio della gomme, che ha tenuto fuori dalla lotta per la pole il compagno di squadra Rosberg.

Hamilton, con la pole di oggi, raggiunge a quota 29 il cinque volte iridato Juan Manuel Fangio, che su questa pista – ma nel più pericoloso Nordschleife – nel 1954 conquisto la partenza al palo e la vittoria proprio su una Mercedes.

La battaglia per il miglior tempo è stata emozionante e ha visto protagonisti essenzialmente Hamilton (in modo peraltro inaspettato), i due piloti della Red Bull e Kimi Räikkönen, con il britannico della Mercedes abile a strappare lo scettro delle qualifiche a Sebastian Vettel, nella sua Germania.

In seconda fila partiranno Webber e Räikkönen, in terza Grosjean e Ricciardo, entrambi autori di una splendida qualifica. Grosjean sembra voler fare dimenticare le corbellerie combinate lo scorso anno e matura di appuntamento in appuntamento. Ricciardo invece sembra in preda a una profittevole autoesaltazione, da quando il suo nome è stato ufficialmente associato al secondo sedile della Red Bull, che Webber lascerà libero a fine stagione.

Quarta fila tutta rossa, con Massa e Alonso. La Ferrari, non potendo combattere per la pole – nonostante un promettente crono di Massa con gomme morbide (banda gialla) nelle prime due eliminatorie – ha puntato tutto sulla gara, svolgendo la Q3 con le gomme medie (banda bianca), che non saranno produttive subito, ma consentiranno alle due monoposto di Maranello di poter affrontare la prima parte di gara (con pieno di benzina) in modo migliore, visto che al Nurburgring per domani è previsto un ulteriore aumento di temperatura. Una scelta che solo domani sapremo se si rivelerà giusta.

Quinta fila per Button e Hülkemberg, con McLaren e Sauber. Non aver concluso il giro è una possibilità, consentita da un regolamento con tante smagliature. La circostanza consentirà ai due piloti di partire con la gomma valutata meglio domani mattina.

In Q2 Felipe Massa realizzava il miglior tempo (1’29’’825), con 17 millesimi di vantaggio su Räikkönen, che si piazzava con la bandiera a scacchi scesa. Terzo tempo per Fernando Alonso, che precedeva Vettel, Grosjean, Hamilton, Webber, Ricciardo, Hülkemberg e Button, i quali si sarebbero poi contesi la Pole Position.

Anche nella prima eliminatoria Massa faceva il miglior tempo (1’30’’547), con oltre un decimo su Räikkönen. Terzo tempo per Alonso, che precedeva Ricciardo, Hamilton, Hülkemberg, Button, Grosjean, Vettel e Sutil, ultimo della Top Ten. Undicesimo crono per Rosberg, seguito da di Resta, Webber, PErez, Vergne e Gutierrez, ultimo dei qualificati alla fase successiva, mentre risultavano eliminati i due piloti della Williams, Bottas e Maldonado, oltre ai due team di fondo classifica, Caterham Marussia, con alternati Pic, Bianchi, van der Garde e Chilton.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20130628-twitter-very-little@horsemoonpost

F1, Gran Premio di Germania, Qualifiche e Griglia di partenza

f1-2013-ev9_qualifiche_neutral

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

_____________

2013_F1_EVENT9_GP_GERMANIA_fia

Mario Isola illustra l’analisi della Pirelli sul circuito del Nürburgring

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: