Alexei Navalny è arrivato a Mosca: “Parteciperò alle elezioni e vincerò”

Il blogger anti-Putin torna da Kirov, dove un tribunale locale lo ha condannato a cinque anni di detenzione per frode. Una folla di sostenitori e giornalisti lo accoglie alla stazione Yaroslavsky

20130720-alexei-navalny-780x435

Mosca – Alexei Navalny, il blogger oppositore del presidente Vladimir Putin, è arrivato a Mosca e parteciperà alle elezioni municipali. Lo ha dichiarato a Mosca alla stampa, al suo arrivo alla stazione Yarsolavsky.

Ieri la corte di Kirov lo aveva liberato su cauzione sia per la buona condotta tenuta durante il processo, sia per non violare i diritti democratici di partecipazione alle elezioni a Mosca. L’avvocato-blogger, diventato leader del movimento anti-Putin, è stato condannato il 17 luglio scorso dal tribunale di Kirov a cinque anni di colonia penale per frode e appropriazione indebita, in un processo che molti osservatori interni e internazionali ritengono ampiamente viziato da motivi politici, ossia una vendetta del Cremlino per l’attività anticorruzione portata avanti da anni dall’attivista.

La concessione della libertà su cauzione imporrà a Navalny di dimorare a Mosca fino alla sentenza di appello, ma potrà partecipare alla competizione elettorale sulla quale il blogger ha detto con baldanza: «parteciperemo alle elezioni e vinceremo». Tuttavia il blogger anticorruzione non si è nascosto che la campagna elettorale sarà pesante e richiederà un lavoro intenso per le prossime settimane, in vista del voto previsto per l’8 settembre prossimo. Alle urne sfiderà l’attuale primo cittadino della capitale, Serghei Sobyanin, che i sondaggi danno ampiamente per favorito. 

Una folla di amici e sodali di Navalny lo ha accolto come un eroe alla stazione di Mosca e molti indossavano una maglietta con scritto “Sono il fratello di Navalny” in segno di solidarietà; altri gridavano “Navalny sindaco!”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: