Al Ministero dell’Interno s’è rotta la climatizzazione. Non si spiega diversamente la confusione…

Il capo della Polizia di Stato – teoricamente capo di tutte le polizie – dirama un comunicato sulla “riorganizzazione del Dipartimento della Pubblica Sicurezza” anche sotto il profilo “informativo”. Poi, qualche minuto dopo, il “contrordine”: «Il Viminale chiede di ”non tener conto e di annullare” il comunicato sulla riorganizzazione del Dipartimento di pubblica sicurezza in quanto “’erroneamente partito”»

20130726-alfano-pansa-kazaki-780x470

Al Viminale, sede del Ministero dell’Interno in via Nazionale, deve essersi verificato un eccezionale guasto all’impianto di climatizzazione dello storico edificio, cosa che deve aver provocato vertigini da calura, svenimenti e invii incontrollati di comunicati stampa. Altrimenti non si spiega diversamente quel che è accaduto qualche ora fa.

Alle 13.47 parte la nota stampa con cui si annuncia la “rivoluzione” del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, il cui capo – il Capo della Polizia – presiede e sovrintende. Forse. Alle 14.21 parte il “contrordine”: abbiamo sbagliato, fate finta di niente.

La questione probabilmente avrà nei prossimi giorni (è venerdì, signora mia, si torna a casa ce so’ i regazzini…) una spiegazione, non sappiamo se e quanto plausibile, quindi per ora si potrebbe andare solo a tentoni, supposizione, elucubrazioni, attività che mal si coniugano con il caldo, l’umidità e la stanchezza.

Meglio quindi, al momento, riportare pare pare le comunicazioni diramate dal Viminale, lasciando che i cittadini si facciano un’idea su quanto stia avvenendo in quel prestigioso Palazzo. Non escluderemmo in partenza neanche che in atto vi sia un tentativo per mettere in ulteriore difficoltà qualcuno (Pansa? Alfano? Letta?), insomma che ci sia la “manina” di chi ha interesse a fare andate a carte-e-quarantotto l’Italia e gli italiani. Si vedrà…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

@johnhorsemoon

separatore_redazione

(Ore 13.47) VIMINALE. PANSA AVVIA RIORGANIZZAZIONE DIPARTIMENTO PS. ALFANO: OPERAZIONE STRAORDINARIA GRAZIE LAVORO ‘SQUADRA STATO’

(DIRE) Il Capo della Polizia, Prefetto Alessandro Pansa, ha definito gli interventi relativi alla riorganizzazione del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Un lavoro per “rendere piu’ efficace, puntuale e tempestivo il sistema della informazione attraverso la continua osmosi di notizie tra gli organismi dipartimentali e quelli che operano sul territorio; revisionare alcuni uffici dipartimentali, a sostegno dell’attivita’ organizzativa e operativa; omogeneizzare per uniformita’ di indirizzo e ad armonizzare l’attivita’ delle varie articolazioni dipartimentali, attraverso il sistema delle deleghe, in ragione delle rispettive sfere di competenza.
Per raggiungere tali obiettivi sono stati previsti interventi mirati che riguardano:

1)      Rimodulazione del sistema informativo, creando un canale privilegiato attraverso cui le notizie di rilievo dovranno confluire tempestivamente dal territorio al “Centro Situazioni” (incardinato nella Segreteria del Dipartimento di P.S. quale Ufficio di Staff del Capo della Polizia- Direttore Generale della Pubblica Sicurezza), la cui attivita’ sara’ caratterizzata dal continuo, aggiornato monitoraggio degli eventi di particolare interesse sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica, degli eventi delittuosi nonche’ di quelli determinati da cause naturali, con particolare riferimento alle fasi emergenziali. Per rendere efficace l’interscambio informativo e’ necessario che, anche a livello provinciale, in maniera speculare e in analogia a quanto previsto a livello centrale, le notizie vengano canalizzate verso gli Uffici di diretta collaborazione del Questore, il quale fungera’ da canale diretto di comunicazione con il Dipartimento della Ps. In tal modo si potra’ disporre, in tempi brevi, di un quadro di insieme degli avvenimenti e fornire, quindi, ai vertici del Dipartimento, i necessari elementi di conoscenza e di valutazione per orientare le strategie piu’ appropriate.

2)      Evoluzione del sistema ispettivo, con “internal auditing”, attraverso un costante monitoraggio dell’attivita’ operativa, per evidenziare e correggere procedure di gestione che abbiano determinato criticita’. Verra’ affidata ad apposita “task force” il compito di redigere un regolamento per definire norme di comportamento da tenere nell’espletamento dell’attivita’ operativa, con l’indicazione anche delle tecnologie a cui fare ricorso. Potra’ in tal modo essere maggiormente garantita e resa piu’ efficace l’azione degli operatori di Polizia. Per raggiungere tale obiettivo sara’ richiesto il contributo delle organizzazioni sindacali.

3)      Revisione organizzativa della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato che, oltre a promuovere e coordinare ‘attivita’ di contrasto alla criminalita’ svolta dalla Polizia di Stato sul territorio, diventi qualificato punto di riferimento delle Divisioni Anticrimine incardinate nelle Questure. Cio’, oltre a garantire una funzione di indirizzo informativo anticrimine, favorira’ le attivita’ di analisi e di progettazione della Polizia di Stato.

4)      Ridefinizione del sistema delle deleghe conferite dal Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza ai Vice Direttori Generali della Pubblica Sicurezza, in ragione delle sfere di competenza delle varie articolazioni dipartimentali. Questo, per garantire l’armonizzazione dell’azione amministrativa del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e la sistematica verifica dell’attuazione delle direttive impartite dal vertice.

Nell’ambito del progetto di riorganizzazione e in relazione agli ulteriori e specifici compiti attribuiti a Uffici del Dipartimento, oltre alle necessita dettate dall’imminente raggiungimento dei limiti di eta’ per figure di vertice, e’ stata prevista la nomina dei responsabili di alcune articolazioni del Dipartimento: Capo della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Direttore Ufficio Analisi, Programmazione e Documentazione della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Direttore Ufficio Relazioni Esterne e Cerimoniale della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Rafforzamento della Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza con assegnazione di un ulteriore Dirigente Superiore della Polizia di Stato. Direttore Centrale dell’Immigrazione e della Polizia delle Frontiere. Direttore Servizio Immigrazione della Direzione Centrale dell’Immigrazione e della Polizia delle Frontiere. Direttore Servizio Centrale Operativo. Direttore Servizio Controllo del Territorio.

Tali designazioni determinano ulteriori trasferimenti a cui vanno ad aggiungersi le assegnazioni dei Dirigenti Superiori neo promossi e di Primi Dirigenti per un totale complessivo di 50 movimenti.

(Ore 14.21) ++VIMINALE, NOTA PARTITA PER ERRORE ++
(Annulla e sostituisce notizia ‘Ablyazov:ok Pansa..’delle 13.47)

(ANSA) – Il Viminale chiede di ”non tener conto e di annullare” il comunicato sulla riorganizzazione del Dipartimento di pubblica sicurezza in quanto ”erroneamente partito”.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: