Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6078 Viaggiare sicuri nel mondo con le notizie dalla Farnesina: avvisi del 6 Ottobre 2014 | HORSEMOON POST
Viaggiare Sicuri

Viaggiare sicuri nel mondo con le notizie dalla Farnesina: avvisi del 6 Ottobre 2014

Avvisi di sicurezza redatti dall’Unità di Crisi del Ministero degli Esteri della Repubblica Italiana

20141006-mappa-mondo

Avvisi diffusi il 6 Ottobre 2014: Uganda, Ungheria


Hungary

 Ungheria – Diffuso il 06.10.2014

Si informa che le autorità ungheresi hanno rafforzato i controlli in frontiera fra Ungheria e Ucraina. Nel raccomandare vivamente ai viaggiatori italiani che intendano varcare la frontiera ungherese-ucraina, di consultare la sezione del sito relativa all’Ucraina, si avvisa in ogni caso che i controlli ai varchi di frontiera potrebbero comportare lunghi tempi di attesa.

Si registrano nei confronti dei turisti, frequenti episodi di adescamento a scopo di estorsione da parte di ragazze, soprattutto nelldove_siamo_nel_mondoe strade del centro della Capitale, con conseguente invito ad accompagnarle in locali pubblici, ristoranti, night-club e bar.

I suddetti locali, che non espongono il listino prezzi ai clienti, presentano – a fine consumazione – conti spesso esorbitanti. In alcuni casi, la somma richiesta è estorta con minacce o con accompagnamento forzato al più vicino bancomat. Si raccomanda, pertanto, di adottare misure di prudenza durante la permanenza e di diffidare di simili inviti e si esorta alla massima circospezione, soprattutto nelle ore notturne, a causa del crescente aumento della criminalità.

Sono stati segnalati furti a danno di turisti compiuti da falsi poliziotti con il pretesto di controlli sul denaro contante: questo tipo di controllo può essere richiesto solo all’interno delle stazioni di polizia.

Si consiglia di registrare i dati del viaggio sul sito www.dovesiamonelmondo.it

Consulta la scheda dell’Ungheria sul sito del Ministero degli Esteri


Uganda Uganda – Diffuso il 06.10.2014

SICUREZZA 

A seguito della permanente minaccia terroristica, le misure di protezione e sicurezza – soprattutto nei luoghi pubblici – sono state rafforzate dalle competenti Autorità ugandesi. Al riguardo lo scorso 13 settembre le Autorita’ ugandesi hanno condotto una operazione anti-terrorismo contro cellule di Al-Shabaab a Kampala. Si raccomanda pertanto ai connazionali di mantenere un comportamento improntato alla massima prudenza e una costante attenzione allo sviluppo della situazione.

La situazione generale di sicurezza non presenta eccessivi problemi, salvo casi di microcriminalita’ ed eventuali improvvisi disordini (manifestazioni, ecc.) di cui i connazionali vengono di norma tempestivamente informati via sms. Si raccomanda cautela in caso di viaggi in macchina: le strade sono spesso accidentate e gli incidenti frequenti. Non e’ consigliabile aggirarsi con il buio a piedi a Kampala come altrove, mentre il ricorso ai moto-taxi (boda-boda) e’ soggetto ad alto rischio d’incidenti, aggravati dallo scarso uso di caschi protettivi.

In considerazione del conflitto ancora in atto nelle province orientali della RDC (Nord Kivu) confinanti con l’Uganda e dei flussi di rifugiati all’interno dei confini ugandesi, si raccomanda particolare cautela nel recarsi nelle aree ugandesi contigue ai confini con la RDC, dove il 5 luglio scorso si sono verificati eventi conflittuali che hanno colpito i centri di Kasese e Bundibugyo, con attacchi di miliziani tribali che hanno causato circa 100 vittime. Si raccomanda inoltre di tenersi costantemente informati, anche tramite contatti con l’Ambasciata, sugli ultimi sviluppi e le valutazioni di rischio nell’area.

Analogo problema puo’ presentarsi nelle zone prossime al confine con il Sud Sudan, interessato dal (leggi l’avviso completo)


Ultimo aggiornamento 3/10/2014, ore 21:55:45