Attentato a Gerusalemme: è morta la bimba di tre mesi investito a una fermata della metropolitana di Gerusalemme

Il neonato era stato ricoverato in condizioni critiche. L’attentatore ha investito le persone in attesa della metropolitana di superficie alla stazione di Ammunition Hill, mirando al passeggino del bimbo –  Video (fonte Ynet)

20141022-ynet-light-rail-ammunition-hill-655x368

Gerus20141022-jerusalem-ligh-trail-map-340x286alemme – La bambina di tre mesi, investita questo pomeriggio alla fermata della metropolitana di superficie di Ammunition Hill a Gerusalemme, è morta.

I medici dell’Hadassah Medical Center, non ce l’hanno fatta a salvarle la vita. Arrivata in condizioni disperate presso la struttura ospedaliera, in stato di incoscienza, la bimba paga la follia dell’odio propagato come un gas venefico, ineluttabilmente venefico.

L’auto ha investito un gruppo di persone in attesa del treno in modo deliberato, come si può vedere nelle immagini del video che pubblichiamo (fonte Ynet News). 

L’investitore ha tentato la fuga dal luogo dell’incidente, ma è stato colpito da armi da fuoco della polizia. Successivamente è stato portato in ospedale. Sembra che l’auto appartenga a un uomo residente a Gerusalemme Est. Testimoni oculari hanno confermato che non è stato un incidente, ma che l’uomo ha colpito in modo deliberato le persone in attesa del tram, tra cui il neonato, colpevole solo di vivere in un mondo di pazzi

Due uomini sono stati ricoverati presso l’Hadassah Medical Center, nello stesso ospedale in cui era stata portata la povera bimba, ma con ferite più leggere, mentre tre donne ferite sono state portate al Ein Kerem Medicel Center: una di esse è in condizioni serie. 

L'auto utilizzata dal palestinese di Gerusalemme Est per uccidere la bimba di tre mesi e per ferire altre sette persone (foto: Ynet News)
L’auto utilizzata dal palestinese di Gerusalemme Est per uccidere la bimba di tre mesi e per ferire altre sette persone (foto: Ynet News)

Alle 5.54 di pomeriggio, le 4.54 in Italia, i servizi di emergenza hanno ricevuto una chiamata che segnalava l’incidente coinvolgente pedoni alla stazione di Ammunition Hill. Un paramedico giunto sul posto ha dichiarato al quotidiano israeliano Ynet che la mamma ha consegnato la bambina ai soccorritori con profonde ferite alla testa. “Mi ha detto che la macchina ha colpito il passeggino, era isterica e il bambino era privo di conoscenza”.

GOVERNO ISRAELIANO: l’attentatore era di Hamas – Ofir Gendelman, portavoce per i media arabi del Primo Ministro israeliano, ha confermato su Twitter che l’attentatore di oggi pomeriggio ad Ammunition Hill era membro di Hamas. Netanyahu, invece, ha dato ordine di rafforzare la sorveglianza a Gerusalemme dopo l’attacco palestinese su civili inermi di questa sera.

“Questo è il modo di agire dei partners di governo di Abbas. Questo è lo stesso Abbas che solo pochi giorni fa ha incitato ad attaccare gli Israeliani a Gerusalemme”, ha riportato Gendelman.


 



Ultimo aggiornamento 22/10/2014, ore19:31:30 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

2 pensieri riguardo “Attentato a Gerusalemme: è morta la bimba di tre mesi investito a una fermata della metropolitana di Gerusalemme

  • 24/10/2014 in 07:32:10
    Permalink

    La parabola che questa Guerra Mondiale di Religioni manipolata dai Sionisti sta’ per prendere dovrebbe essere riguardata anche dagli stessi cittadini di Israele.

    Se inizialmente sembrerebbe come se i Musulmani stiano combattendo contro Ebrei e Cristiani uniti insieme subito dopo il prossimo conflitto sara’ certamente uno fra Cristiani ed Ebrei a seguito dell’Inganno dell’Undici Settembre. Infine, Protestanti e Cattolici saranno a duello per proclamare in ultimo Uno che “rappresentera’” entrambi a causa del mancato riconoscimento unanime del Papa.
    Un nuovo Re alla cima di una piramide virtuale.

    Sarebbe questo oggi il grande affare che i cittadini di Israele si augurano per loro stessi e vorrebbero regalare al Mondo intero?

    Non c’e’ bisogno di un altro Re Erode o di un Nuovo Ordine del Mondo. Ne bisogno di vivere sempre nella paura.

    Invece c’e’ bisogno di nuovi intendimenti e di un Cambio di Cultura e questo processo … e’ iniziato da ieri.

    [Il commento ha subito una correzione per violazione della policy sui commenti]

    • 24/10/2014 in 17:12:36
      Permalink

      Signor Ettore Greco, lei farnetica. Parli con un medico, che sia bravo però.

      La avvertiamo che commenti di tale tenore sono considerati antisemiti e antiisraeliani. E in questa testata non sono ammessi mai commenti antisemiti o razzisti e i suoi lo sono.

      Il prossimo commento sarà cancellato. Ad majora.

      Il direttore di THP

I commenti sono chiusi