Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6078 Capo dello Stato: al via la procedura elettorale. Renzi punta su Mattarella, decisivo incontro con Berlusconi | HORSEMOON POST
In Primo PianoPolitica

Capo dello Stato: al via la procedura elettorale. Renzi punta su Mattarella, decisivo incontro con Berlusconi

Dopo giorni di voci, annunci e smentite, oggi il Parlamento in seduta comune avvia le votazioni per scegliere il nuovo presidente della Repubblica. Alle 15, dal banco della presidenza di Montecitorio Laura Boldrini e Valeria Fedeli (che sostituisce Pietro Grasso, capo supplente dello Stato) dichiareranno aperta la prima votazione. Matteo Renzi ha scelto il nome sul quale si andrà alla conta: è Sergio Mattarella, più volte ministro e giudice costituzionale. Questa mattina incontro a Palazzo Chigi con il presidente dell’anticorruzione, Raffaele Cantone. Partite le quirinarie del M5S, Grillo: “Buon voto a tutti”. Prodi si tira fuori: “Non voglio essere elemento di divisione”

Camera dei Deputati e Senato della Repubblica in seduta comune, integrate dai rappresentanti regionali per l'elezione del presidente della Repubblica (Foto: Sanato della Repubblica)
Camera dei Deputati e Senato della Repubblica in seduta comune, integrate dai rappresentanti regionali per l’elezione del presidente della Repubblica (Foto: Sanato della Repubblica)

Roma – Al via da oggi le votazioni per l’elezione di chi succederà Giorgio Napolitano alla Presidenza della Repubblica. Dopo giorni di voci, annunci, smentite, sussurri e grida, oggi il Parlamento si riunisce in seduta comune per scegliere il nuovo presidente della Repubblica. Alle 15 dal banco della presidenza di Montecitorio Laura Boldrini e Valeria Fedeli dichiareranno aperta la prima votazione. La senatrice Fedeli sostituisce Pietro Grasso, che ha assunto le funzioni di presidente supplente della Repubblica dopo le dimissioni di Giorgio Napolitano. 

Matteo Renzi ha scelto il nome sul quale si andrà alla conta: è Sergio Mattarella, più volte ministro e in questo momento giudice costituzionale. Una scelta che non però rientrerebbe nel cosiddetto Patto del Nazareno. E infatti da Forza Italia non c’è favore per questa soluzione. Oggi – intorno alle 13 – è previsto un incontro tra i due leader, che potrebbe essere decisivo in un senso o nell’altro. Questa mattina il presidente del Consiglio dei ministri ha incontrato a Palazzo Chigi (sede del Governo), il presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone.

20150129-collegio-elettorale-presidenza-repu.-655x287jpg

Romano Prodi si tira fuori. “Io posso essere un segno di contraddizione ma non voglio essere uno strumento di divisione“, ha dichiarato in una nota l’ex premier.

Partite le “Quirinarie” del M5S. Feltri unico nome già candidato ufficiale. Sul blog di Beppe Grillo intanto sono partite le quirinarie: “Sono iniziate ora le votazioni online per il candidato #PresidenteM5S. Buon voto a tutti”, ha scritto il leader del Movimento Cinque Stelle. L’unico nome ufficialmente in campo dal primo scrutinio è quello di Vittorio Feltri, avanzato da Lega e Fratelli d’Italia. Mentre i “5 Stelle” voteranno il candidato scelto dagli iscritti al movimento, in una votazione che si svolgerà oggi dalle 8 alle 14 sul blog di Beppe Grillo. I candidati, dopo che Lorenza Carlassarre si è sfilata dalla corsa, sono 9: Pierluigi Bersani, Raffaele Cantone, Nino Di Matteo, Ferdinando Imposimato, Elio Lannutti, Paolo Maddalena, Romano Prodi, Salvatore Settis eGustavo Zagrebelsky.

A poche ore dalla prima votazione dei grandi elettori, si tratta però ancora. In tanti, però, in questa situazione vedono i due principali candidati – Mattarella e Amato – eliminarsi a vicenda a favore di un terzo nome. Il totonomi, a questo punto, torna a ruotare intorno a una rosa abbastanza ristretta: Piero Fassino o Walter Veltroni, Dario Franceschini, Pier Carlo Padoan, Graziano Delrio. Alcuni però sospettano che la “renzata” di cui si parla in questi giorni sia l’elezione di un “uomo nuovo”, giovane e rottamatore a suo modo. E a molti viene in mente un nome: Raffaele Cantone.

(Credit: Adnkronos) © RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favore “Mi piace” sulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie in anticipo!