In Primo PianoMeteo

Il ciclone ‘Venere’ guasterà anche il weekend. Il bel tempo tornerà solo venerdì in tutta Italia

Al Nord e al Centro per rivedere il sole si dovrà attendere giovedì, quando una perturbazione invece colpirà la Sicilia. Venerdì prossimo sole per tutti. Oggi temporali su Lazio, Campania e sulle regioni adriatiche. Domani il tempo tenderà a migliorare un po’ al Nord, mentre sarà diffusa l’instabilità al Centro

20150120-temporali-655x436

Padova – Il ciclone ‘Venere’ continuerà a caratterizzare il tempo di questo weekend, portando altre piogge e temporali soprattutto al Centro e su alcune zone del Sud. La redazione web del portale ilMeteo.it informa che oggi gli ultimi piovaschi interesseranno il Nord-Est, con locali temporali in Romagna. Ma i fenomeni temporaleschi nel corso della giornata colpiranno invece il Lazio, la Campania e ancora le regioni adriatiche.

Solo da giovedì prossimo le temperature ritorneranno a essere quasi estive, prima al Nord e poi al Centro-Sud.

Domenica il il tempo tenderà a migliorare al Nord, con ampi spazi soleggiati, ma rimarrà una diffusa instabilità al Centro, dove saranno possibili ancora temporali sul Lazio e sulle regioni adriatiche. Le temperature subiranno un lieve aumento.

Antonio Sanò, direttore e fondatore del portale ilMeteo.it, informa che “la prossima settimana l’ingresso nel Mediterraneo di un nuovo vortice ciclonico farà piovere nuovamente su molte regioni a partire da martedì. Il nuovo ciclone nei giorni successivi interesserà a suon di temporali il Centro e poi il Sud. Da giovedì il tempo migliorerà al Nord e poi anche al Centro-Sud con temperature che torneranno a misurare valori quasi estivi su molte regioni”.

Per rivedere però il sole in tutta Italia bisognerà aspettare venerdì prossimo.

(Credit: Adnkronos) © RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.