Renault Trucks, fatturato in crescita del 10%

Leggero incremento della quota di mercato in Europa nel segmento dei veicoli superiori a 16 tonnellate, con un aumento deciso del fatturato in Europa e in Africa. Anticipate le vendite di autocarri elettrici D e D Wide Z.E. e del Master Z.E. per contribuire all’abbattimento delle emissioni nocive nelle città

Zingonia – Renault Trucks ha chiuso il 2018 con 54.868 veicoli fatturati, registrando un +10% rispetto all’anno precedente, rafforzando leggermente la propria quota di mercato in Europa nel segmento dei veicoli superiori a 16 tonnellate. In Francia, invece, Renault Trucks ha rafforzato la propria leadership, con una quota di mercato in crescita del 28,1% e un incremento del fatturato del 10,1%.

Il 2018 è stato per Renault Trucks il quarto anno consecutivo di crescita dei volumi, con un aumento del fatturato del 7,6% nella fascia media e alta e del 15% nel segmento dei veicoli leggeri.

Renault Trucks cresce del 7,6% in Europa nel segmento dei veicoli superiori a 6 tonnellate, che complessivamente registra un aumento della domanda del 4,2%. Numeri che consentono a Renault Trucks di presidiare la propria quota di mercato dell’8,5%, con un lieve incremento di 0,1%. Nel segmento dei veicoli superiori a 16 tonnellate, la quota di mercato di Renault Trucks in Europa è aumentata dello 0,2%,raggiungendo l’8,9%.

Al contrario, nel segmento dei veicoli tra 6 e 16 tonnellate, Renault Trucks ha perso lo 0,3 punti di quota di mercato (6,2%), con una diminuzione del 3,8% delle immatricolazioni, cui non è stata insensibile l’abbandono del modello Renault Trucks D cab 2m. 

L’esportazione segna invece un incremento in Africa, nonostante l’introduzione di quote di importazione in Algeria che hanno fatto registrare una flessione dell’8,8% (4.457 autocarri fatturati). Renault Truck è molto attiva in Africa, dove nel 2018 ha incrementato le vendite del 25%, detenendo una quota del 20% del mercato di fascia alta (+1 punto). Buoni i risultati anche in Turchia, con il 5,8% di quota di mercato, in crescita di 2,1 punti; e in Medio Oriente, dove la quota di mercato di Renault Trucks è del 6,4%, con un incremento di 1,1 punti. 

Florido il mercato dei veicoli usati Renault Trucks, in cui Renault Trucks ha registrato nel 2018 un aumento record delle vendite di veicoli usati, con 8.500 veicoli fatturati, pari a un aumento del 23%. Anche l’offerta di servizi dedicati ai veicoli usati ha registrato lusinghieri risultati, grazie in particolare alla garanzia costruttore Selection, con un tasso di penetrazione del 18%, in crescita di 6 punti.

Renault Master Z.E.

Il settore dei veicoli usati per Renault Trucks è strategico. Nel 2017 è stata inaugurata la Used Trucks Factory, un’officina per la trasformazione dei propri veicoli usati nel sito industriale di Bourg-en-Bresse. Nel 2018, sono stati modificati 400 autocarri usati per soddisfare la domanda dei clienti (230 camion nel 2017). A termine, i veicoli della Used Trucks Factory dovrebbero rappresentare il 10% dei volumi di veicoli usati. Dopo il T X-Road, Renault Trucks ha lanciato nel 2018 un altro modello della Used Trucks Factory, il T P-Road, una motrice trasformata in veicolo portante.

Nel settore dei veicoli usati in Francia, Renault Trucks è leader indiscusso, con una quota di mercato del 35% nel segmento di più di 6 tonnellate e del 41% nel segmento dei veicoli portanti, anche grazie alla rete di 120 distributori legati in franchising, la rete più grande di autocarri usati oltralpe. 

Renault Trucks ha registrato nel 2018 un aumento del 5% delle vendite di pezzi di ricambio, un aspetto del servizio post-vendita, cui ha fatto seguito un incremento dei contratti di manutenzione, arrivato a quota 32.000 veicoli. Ne consegue che il tasso di penetrazione dei contratti di manutenzione nel 2018 è aumentato di 5 punti, raggiungendo il 23,6%. Oggi, un totale di 60.000 veicoli fruiscono di un contratto di manutenzione o di un’estensione della garanzia della casa madre. Nel quadro di un miglioramento delle relazioni con la clientela, Renault Trucks ha offerto agli autotrasportatori una protezione aggiuntiva che consente di operare in tranquillità, attraverso l’estensione della garanzia sui pezzi di ricambio montati da un riparatore autorizzato, senza limiti di chilometraggio. 

L’elettrificazione è all’orizzonte per Renault Trucks, in una strategia integrata di riduzione del consumo di carburante e delle emissioni di CO2. La politica della casa transalpina è tesa a rispettare i limiti fissati dall’UE sulle emissioni nocive e financo ad anticiparne gli effetti. 

Alla fine del 2018, Renault Trucks ha annunciato la commercializzazione delle versioni 2019 dei modelli T, D e D Wide, che consentono di ridurre il consumo di carburante fino al 7% rispetto alle versioni precedenti, ma lo sforzo è continuo per migliorare sempre di più l’efficienza dei veicoli diesel, grazie alla ricerca condotta con il veicolo laboratorio Optifuel Lab 3, attraverso il quale ci si è posti l’obiettivo di ridurre i consumi del 13% su un autocarro completo entro il 2020.

In ambito urbano, l’emergenza smog in molte città europee impone di perseguire un obiettivo più immediato, quello di migliorare con celerità la qualità dell’aria. Per questo, nel 2019 Renault Trucks lancia la commercializzazione degli autocarri elettrici D e D Wide Z.E., prodotti nello stabilimento di Blainville-sur-Orne, mentre il Renault Master Z.E. – presentato in anteprima al Transpotec Logitec 2019 di Verona – è già in distribuzione presso la rete Renault Trucks, per soddisfare la domanda proveniente dai trasportatori impegnati nella cosiddetta logistica dell’ultimo miglio, prevalentemente nelle aree urbane precluse al traffico veicolare ordinario, ma con accesso consentito ai veicoli a emissioni zero come quelli elettrici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.