Jihadisti in Siria: minaccia all’Europa o al Mondo?

Un fenomeno poco conosciuto si è affermato nella guerra in Siria. Un numero significativo di cittadini europei – tra 1.500 e 2.000 persone – militano o aspirano a militare nel fronte islamico qaedista. Non tutti sono musulmani, ve ne sono anche alcuni mossi dall’adrenalina di partecipare a un conflitto per aiutare gli oppressi. Vi sono centri di reclutamento in Europa, con addestramento anche ai confini con la Siria. Un fenomeno da tenere sotto controllo (MGP)

Leggi il seguito

Ginevra II, nessun risultato su Siria. Brahimi: lezione per futuro. Si riprende il 10 febbraio

La prima serie di colloqui con un sostanziale “nulla di fatto”, ma è “solo l’inizio del processo”. Dalle ONG un grido di dolore: risultati scarsi mentre in Siria si continua a morire. Nel periodo dei colloqui hanno perso la vita 1.900 persone

Leggi il seguito

Siria, Ginevra II: sulla transizione sembra dialogo tra sordi. Venerdì parte il vero negoziato

L’uscita di scena di Bashar al-Assad è arrivato sui colloqui di una conferenza di pace che sembra possa giungere a soluzioni accettabili solo con molta difficoltà. Nessuna sorpresa per le 45 delegazioni in rappresentanza di Paesi e organizzazioni, che non hanno dovuto attendere molto per capire che il solco tra il regime siriano e l’opposizione in esilio resta troppo ampio. Eppur si negozia…

Leggi il seguito

Guerra civile in Siria, aperta “Ginevra 2”. Iran: poche speranze su soluzione

A Montreux, in Svizzera, la conferenza di pace che dovrà cercare una soluzione politica alla sanguinosa crisi che dura da quasi tre anni e che ha provocato 130mila morti. Al summit partecipano oltre 30 Paesi, una delegazione del regime di Assad e un unico raggruppamento dell’opposizione

Leggi il seguito

Siria: Assad rilancia, l’Iran accetta l’invito e l’opposizione siriana minaccia di ritirarsi dal “Ginevra 2”

Ban Ki-moon ha invitato l’Iran a partecipare alla seconda tornata di colloqui di pace, ma la risposta della Coalizione Nazionale Siriana è stata durissima: minaccia di abbandonare la conferenza

Leggi il seguito

Guerra civile in Siria: la Svizzera chiude lo spazio aereo sopra Montreux per “Ginevra 2”

Fervono i preparativi per il secondo round di colloqui promossi dal piano Russia-Stati Uniti per trovare una via d’uscita negoziale alla guerra fratricida siriana, influenzata dalle brigate internazionali sunnite sponsorizzate dagli strateghi del terrore che sostengono Al Qaeda e l’ISIL

Leggi il seguito

L’Onu conferma l’uso di armi chimiche in Siria, ma la Difesa USA sospetta ora siano stati i ribelli

L’atteso rapporto è stato consegnato a Ban Ki-moon: “Prove convincenti dai reperti chimici, medici e ambientali”. Ancora ignoti gli autori dell’attacco: Washington e Mosca si confrontano, ma fonti della Difesa Usa smentiscono Obama e indicano nei ribelli i mandanti della strage di Ghouta e concordano con il rapporto presentato dalla Russia all’ONU

Leggi il seguito

Siria, accordo Usa-Russia operativo: Assad consegni lista armi chimiche entro una settimana

Intesa raggiunta a Ginevra tra Kerry e Lavrov, sarà sostenuta da risoluzione Onu con possibile uso della forza: Damasco autorizzi accesso immediato ispettori internazionali a tutti gli arsenali chimici, entro 30 giorni deve distruggere le armi. Obama: “Pronti ad agire se la diplomazia fallisse”. La Russia potrebbe partecipare a un’azione militare sotto egida Onu

Leggi il seguito

Ban Ki-moon: presto prove schiaccianti su armi chimiche e crimini contro l’umanità

Per il segretario generale delle Nazioni unite, il rapporto degli ispettori confermerà l’uso di gas, ma non può dire chi ha usato le armi chimiche. Gli oppositori accusano il trasferimento verso Libano e Iraq di parte dell’arsenale chimico, ma non ci sono prove al riguardo (facili per l’intelligence elettronica statunitense). L’allarme del Wall Street Journal: “Disseminato l’arsenale chimico”. Onu: “Damasco e i ribelli attaccano gli ospedali”

Leggi il seguito

Kerry, Lavrov, Brahimi: dalle armi chimiche verso la conferenza di pace sul futuro della Siria

Il segretario di Stato Usa e il ministro russo degli esteri trovano un “terreno comune” e programmano incontri per attuare il processo di pace. La Siria ha firmato la Convenzione Onu sulle armi chimiche. Assad: Anche le altre nazioni devono fermare il rifornimento di armi chimiche ai ribelli. La Coalizione nazionale dell’opposizione “scettica” sul piano russo-siriano

Leggi il seguito