Emma Bonino sconfessata da Ban Ki-moon: si dimetta o qualcuno proponga la sfiducia individuale

Il segretario generale delle Nazioni Unite gela la “politica multilaterale” della ministra degli Esteri italiana sui Marò: è una questione bilaterale tra India e Italia

Leggi il seguito

Marò, sostituire Emma Bonino: inverte l’ordine delle priorità. Azione giudiziaria internazionale sùbito

L’azione politica e quella diplomatica sono subordinate a quella giuridica, perché l’Italia è parte lesa per due motivi e non cerca “accomodamenti”. Tribunale di Amburgo, Corte Internazionale dell’Aja o Arbitrato, ma subito. Le esitazioni e gli errori costituiscono un grave danno per il Paese, rilevabile perfino sul piano penale. Qualcuno imponga al presidente della Repubblica la sostituzione immediata, il Paese ha bisogno di un ministro degli Esteri, non di un “Segretario all’Indignazione”

Leggi il seguito

India/Marò. È tempo di nervi saldi, ma serve cambio di passo subito. Cinque punti essenziali

Verrà il tempo delle inchieste parlamentari, ma ora è fondamentale tenere la schiena dritta. Enrico Letta prenda in mano personalmente la situazione: se non ne è capace, un motivo in più per lasciare. Nessun pietismo, nessuna trattativa: l’Italia è dalla parte della ragione giuridica internazionale, non è uno Stato terrorista. E chiariamo con l’India sul NSG, Nculear Supplier Group: con questo chiaro di luna, per i prossimi 30 anni non se ne parlerà neanche…

Leggi il seguito

India, i marò e il risveglio dell’addormentata nel bosco della diplomazia mondiale: Catherine Ashton, Lady PESC

La vicepresidente della Commissione Europea, Alto Rappresentante per la Politica Estera e la Sicurezza Comune, svegliatasi da un lungo torpore dopo il “bacio” indiretto di uno dei giudici della Corte Suprema indiana che decideranno sulla sorte dei due fucilieri della Marina Militare. L’accusa di terrorismo cambierebbe la natura dell’impegno antipirateria dell’Italia e di altri Stati. Ma sono impazziti tutti?

Leggi il seguito

Terzi: ‘rinvio marò in India fu un errore vergognoso di Monti su suggerimento di Passera’

“Il processo in India non si deve fare”. La Russa: “percorrere la strada dell’arbitrato sotto l’egida dell’Onu”. Mauro: “solo un

Leggi il seguito