Rai, l’11 giugno sciopero contro il taglio di 150 milioni attuato dal Governo Renzi

Prevista anche una manifestazione a Roma. Per i sindacati, il DL 66 prevede un “taglio drastico che non colpisce gli

Leggi il seguito

Moretti promesso Ad di Finmeccanica, dai treni alle tecnologie della difesa

La nomina dell’attuale Ad delle Ferrovie dello Stato allo stesso ufficio di Finmeccanica mostra la debolezza del sistema italiano in cui la partecipazione dello Stato spinge carriere politiche e non manageriali pure. Meritocrazia? Una forma di lealtà al partito politico di riferimento (quello che ce l’ha più duro: il nucleo di potere…)…

Leggi il seguito

Approvato il Def, crescita dello 0,8 per cento. Renzi: “paga chi non ha mai pagato”

Il Cdm vara il Documento di economia e finanza. Il premier: “Previsione al ribasso per estrema prudenza”. Poi: “Le riforme sono la precondizione per la ripresa economica, porteremo a casa il risultato”. Dalle privatizzazioni arrivano risparmi per 12 miliardi. Dalla spending review 4,5 miliardi – La conferenza stampa integrale (video)

Leggi il seguito

Manovra del Governo per scuotere l’Italia. ‘Da taglio cuneo 1.000 euro in più all’anno ai redditi da 1.500’. E non solo…

Annuncio del presidente del Consiglio in conferenza stampa dopo il Cdm. Al via il taglio dell’Irap del 10% per le imprese, finanziato da un aumento dell’aliquota sulle rendite finanziarie, BOT esclusi, al 26%. Il documento ‘La Svolta Buona’ (LEGGI). I provvedimenti in vigore dal primo maggio

Leggi il seguito

S’ode a sinistra uno squillo di Rehn, a destra uno squillo di Letta risponde. Napolitano cala l’asso di briscola

Il commissario Ue agli Affari Economici in un’intervista a ‘La Repubblica’ contro l’Italia: sul deficit il nostro Paese è ”in linea, anche se di poco, con il criterio del 3% e questo ha consentito al Paese di uscire dalla procedura per deficit eccessivo”. Il presidente del Consiglio: “Dal 2014 il debito inizierà a scendere con le misure della legge di stabilità”. Poi l’appello a Forza Italia: “Continuare percorso fondamentale delle riforme”. Napolitano: l’UE cambi rotta (o finisce rotta)

Leggi il seguito