Il Bayern annienta il Barcellona al Camp Nou. Finale tutta tedesca!

Bavaresi implacabili con i gol di Robben e Muller e l’autorete di Pique. Catalani mai così male in una semifinale di Champions League negli ultimi nove anni

20130502-barcelona-bayern-0-3_770x440

Alla fine “el milagro” non c’è stato, anzi, “i marziani” del Barcellona, sono stati scaraventati con brutalità sulla terra dal cinismo e dalla classe del Bayern di Heynckes, che strappa il pass per Wembley. La Germania (non solo quella calcistica) già si starà fregando le mani al pensiero di riportare la prestigiosa coppa con le “orecchie” in patria, soprattutto dopo le due finali perse dal Bayern nelle edizioni 2010 e 2012.

Nonostante le dichiarazioni belligeranti, riportate anche dai media spagnoli che inneggiavano alla remuntada, Tito Vilanova ha presentato un undici di partenza senza sua maestà Lionel Messi, evidentemente non ancora al meglio della condizione fisica. I blaugrana sono apparti fin da subito l’ombra della squadra che tutti ammirano e temono. La brillantezza dei giorni migliori ha lasciato spazio a un atteggiamento abulico, sovrastato peraltro dallo strapotere fisico e mentale dei tedeschi, che hanno giocato anche in trasferta per dimostrare di essere, al momento, la squadra più forte. I ragazzi di Jupp Heynckes hanno tracciato la nuova rotta verso il successo, dove energie e grande corsa fruttano più del “tiqui taca” sterile del Barça, che è apparso fine a se stesso e privo di profondità. Gli spagnoli sono letteralmente crollati dinanzi alla solidità bavarese, senza mai essere stati in grado nel corso di tutta la gara di imbastire un’azione degna dei propri gloriosi recenti trascorsi. E il Bayern ha affondato e suggellato la vittoria con un rotondo 3-0 che ha impreziosito ancor di più l’impresa (che ha giusto il sapore del passaggio di consegne).

La Germania ha così l’occasione e il privilegio di riscrivere la geografia della Champions League e noi italiani, da spettatori delusi, non possiamo far altro che toglierci il cappello e cercare di trovare la ricetta giusta per tornare a riprenderci la scena che, in fin dei conti, ci è appartenuta fino a pochi anni fa (l’ultima finale tutta italiana è stata Milan- Juventus del 28 maggio 2003 giocata all’Old Trafford di Manchester).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20130424_TW@Pantupl

 

 

Shares

Alessandro Ceci

Sono laureato in Scienze della Comunicazione e ho collaborato con diverse testate nazionali, occupandomi di cronaca locale. Nel 2012 mi sono trasferito a Milano per completare la mia formazione. Da sempre appassionato di calcio, ho curato la pagina sportiva della redazione di Frosinone per “Il Tempo” di Roma. Nello stesso periodo ho collaborato con Tuttosport come corrispondente del Frosinone Calcio. Sono cresciuto a "pane e pallone", ma mi interesso di tennis, basket e volley. Su THE HORSEMOON POST scriverò di palle (calcio, tennis, basket e volley)...

Shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: