Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6085 Renzi, con Hollande e Di Rupo, ha visitato il Museo Ebraico di Bruxelles (foto) | HORSEMOON POST
EuropaNews

Renzi, con Hollande e Di Rupo, ha visitato il Museo Ebraico di Bruxelles (foto)

Il capo del Governo italiano e il presidente francese hanno portato la solidarietà dei due Stati al Belgio e alla comunità ebraica colpita a morte sabato scorso. Alla cerimonia ha partecipato anche Riccardo Pacifici, rappresentante della comunità ebraica di Roma

20140527-ebraic-museum-brus-renzi-hollande-dirupo-pacifici-markiewicz-660x460

Bruxelles  – Programmato prologo del viaggio di Matteo Renzi a Bruxelles, per la riunione dei capi di Stato e di governo dei 28 Stati membri dell’Unione Europea. Il presidente del Consiglio, come programmato prima della partenza da Roma, si è recato al Museo Ebraico di Bruxelles, dove sabato scorso uno sconosciuto terrorista ha ucciso quattro persone in un’aggressione “militare” che ha sconvolto la capitale belga e la comunità ebraica locale.

Con Renzi c’era il padrone di casa, il Primo Ministro dimissionario Elio di Rupo e il presidente della Repubblica Francese, François Hollande. Renzi e Hollande hanno reso omaggio alle vittime e hanno voluto rappresentare le condoglianze e la solidarietà di Italia e Francia al Belgio e alla comunità ebraica, rappresentata dal capo della comunità di Bruxelles, Philippe Markiewicz, e dal capo della comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici.

Galleria fotografica dell’omaggio alla comunità ebraica di Bruxelles così duramente colpita

Al termine dell’incontro, Renzi, Hollande e Di Rupo si sono recati a Justus Lipsius, sede del Consiglio Europeo, per prendere parte ai lavori della riunione dei capi di Stato e di governo indetta per discutere del risultato delle elezioni di domenica scorsa per il rinnovo del Parlamento Europeo.

Nel frattempo la procura reale della capitale belga ha smentito l’arresto di un sospettato, notizia diffusasi nel primo pomeriggio e risultata priva di fondamento.

(TMNews)