EsteriIn Primo Piano

Israele, eletto il 10° presidente della Repubblica: è il falco Reuven Rivlin, succede a Shimon Peres

La Knesset ha eletto l’esponente del Likud con una maggioranza di 10 voti: sconfitto il centrista Meir Sheetrit

20140610-Reuven-Rivlin-X-pres-Israele-654x406

Tel Aviv – Reuven Rivlin è stato eletto dalla Knesset presidente di Israele, il decimo dalla fondazione dello Stato ebraico, e a luglio succederà a Shimon Peres.

Avvocato ed esponente di lunga data del Likud, il partito del premier Benjamin Netanyahu, il 75enne Rivlin ha ottenuto al ballottaggio 63 voti dei deputati contro i 53 di Meir Sheetrit del partito centrista HaTnuah. 

I due sfidanti hanno conversato a lungo nel corso della votazione, terminando il colloquio con un abbraccio ripreso dalle telecamere, segno di unità del Paese. Al primo scrutinio, nessuno dei cinque candidati aveva raggiunto le 61 preferenze necessarie per l’elezione a capo dello Stato.

Già presidente della Knesset nella precedente legislatura, Rivlin è considerato un falco, ma il suo rigoroso rispetto delle regole democratiche gli ha guadagnato il rispetto della sinistra e della minoranza araba.

Era già stato candidato del Likud anche in occasione delle presidenziali del 2007. Si ritirò dopo il primo turno di votazione, quando divenne chiaro che il laburista Shimon Peres avrebbe ottenuto il maggior numero di consensi al ballottaggio.

Chi vede nell’elezione di Rivlin una brusca marcia indietro verso una soluzione al conflitto israelo-palestinese potrebbe ricredersi presto, proprio per le qualità di fine giurista del neo presidente della Repubblica di Israele.

(Fonte: AGI)