Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6078 Francia sotto choc: nel Midi-Pyrenée uccisa una maestra dalla madre di un alunno davanti a molti bambini | HORSEMOON POST
EuropaIn Primo PianoNews

Francia sotto choc: nel Midi-Pyrenée uccisa una maestra dalla madre di un alunno davanti a molti bambini

La donna nel gennaio scorso era già stata segnalata per abbandono di uno dei figli. Le aggressioni ai maestri elementari sono un problema nazionale. Secondo uno studio, quasi la metà dei maestri hanno subito un’aggressione da parte dei genitori, magari “solo” verbale

La scuola elementare 'Edouard Herriot' di Albi, dove è avvenuta l'aggressione costata la vita a una maestra elementare
La scuola elementare ‘Edouard Herriot’ di Albi, dove è avvenuta l’aggressione costata la vita a una maestra elementare

Albi – Un’insegnante francese è stata accoltellata a morte all’interno di una classe, davanti agli alunni atterriti dall’aggressione operata dalla madre di uno di loro. È accaduto nella scuola elementare ‘Edouard Herriot‘ di Albi, nella regione sud-occidentale del Midi-Pirenei, dove le lezioni erano appena iniziate. “Si è presentata una delle madri brandendo un coltello, e ha colpito una maestra di 34 anni di fronte ai bambini“, ha ricostruito il procuratore di Albi, Claude Derens. “Quando sono arrivato io, stavano cercando di rianimare la vittima, che era in arresto cardiaco“, ha detto.

L’assassina – una donna di 47 anni, della quale non sono state rese note le generalità – è stata catturata una ventina di minuti dopo. È trapelato che la donna avesse dei precedenti “specifici”, perché nel gennaio scorso era stata segnalata dalla polizia per aver abbandonato uno dei figli, quindicenne, e poi schedata per aver cercato di impedire agli agenti della Police Nationale di rintracciarlo.

Secondo l’emittente ‘Bfm Tv‘, al momento di aggredire la maestra avrebbe gridato: “Non sono una ladra!“, ma i motivi della letale aggressione sono ancora al vaglio degli inquirenti locali. 

Il tragico episodio ha scosso l’intera Francia. Il presidente Hollande ha inviato subito sul posto il ministro della Pubblica Istruzione, Benoit Hamon, per coordinare l’azione del governo nella vicenda. “Tutti i servizi statali saranno mobilitati perché ci si prenda cura di quei bambini e degli addetti che hanno dovuto assistere a una tragedia cosi’ orribile“, ha assicurato il presidente francese, mentre lo stesso Hamon si è detto “traumatizzato dal delitto, che ha fatto piombare nel lutto la fine dell’anno scolastico“.

In Francia il fenomeno delle aggressioni agli insegnanti da parte dei genitori è diventato un problema nazionale, tanto diffuso che uno studio – pubblicato nello scorso mese di aprile – ha dimostrato dati davvero drammatici: quasi la metà degli insegnanti francesi della scuola elementare ha subito assalti – quanto meno verbali – nel corso della propria attività e spesso questi assalti si trasformano in aggressioni fisiche dalle imprevedibili conseguenze. Come è avvenuto ieri nel Midi-Pyrenée.

(Fonte: AGI)