Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6078 Viaggiare sicuri nel mondo con le notizie dalla Farnesina: avvisi del 23 settembre 2014 | HORSEMOON POST
Viaggiare Sicuri

Viaggiare sicuri nel mondo con le notizie dalla Farnesina: avvisi del 23 settembre 2014

Avvisi di sicurezza redatti dall’Unità di Crisi del Ministero degli Esteri della Repubblica Italiana

20140924-mappa-mondo

Avvisi diffusi il 23 Settembre 2014: Sao Tomé e Principe, Samoa, Algeria, Guinea, Francia, India, Timor Leste (East Timor), El Salvador, Costa Rica

Sao_Tome_and_Principe Sao Tomé e Principe – Diffuso il 23.09.2014. Tuttora valido

Si consiglia ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo. Si raccomanda altresì… (leggi l’avviso completo)

____________________________________________________________

Samoa Samoa – Diffuso il 23.09.2014. Tuttora valido

Le Isole Samoa sono soggette a frequenti eventi sismici che, se localizzati in mare, potrebbero provocare “tsunami”. Durante la permanenza, si raccomanda di attenersi alle istruzioni eventualmente impartite dalle Autorità locali, in particolare quando ci si trovi in prossimità della costa.

Nel  programmare il viaggio va tenuto  presente che – nel periodo delle piogge (da novembre ad aprile) – le Isole sono soggette a possibili fenomeni ciclonici con disagi e/o situazioni di emergenza. Si consiglia pertanto… (leggi l’avviso completo)

____________________________________________________________

Algeria Algeria – Diffuso il 23.09.2014. Tuttora valido

Il quadro generale di sicurezza risente della instabilità attraversata dalla regione saheliana, della situazione di sicurezza in Libia e all’est della Tunisia, nonché, più recentemente, della presenza e dell’attività sul territorio algerino di una cellula terroristica, Djound al Khilafa, affiliata all’IS e responsabile del rapimento di un cittadino francese il 21 settembre u.s.. 

Tale episodio riporta in evidenza il rischio di sequestro a danno di cittadini occidentali, confermato anche dadove_siamo_nel_mondogli episodi verificatisi negli ultimi anni e perpetrati da gruppi legati al movimento terroristico di Al Qaida nel Maghreb Islamico (AQMI), tra cui il sequestro di due connazionali nel febbraio e nell’ottobre 2011 (rispettivamente nei territori a sud della città di Djanet e nell’area ovest limitrofa a Tindouf).

Anche se non si sono verificati episodi maggiori dopo l’attentato terroristico del gennaio 2013 a In Amenas, permane un elevato rischio terroristico contro installazioni occidentali nella regione sud orientale. Alcune cellule terroristiche continuano ad essere presenti nel nord-est del Paese, in particolare nella wilaya di Tizi-Ouzou, come testimoniato dalle operazioni di contrasto anti-terrorismo condotte dalle forze di sicurezza e dall’ultimo attacco terroristico contro l’esercito che il 19 aprile 2014 è costato la vita a 11 persone.

  • Considerato il complessivo quadro di sicurezza:
     Si sconsiglia nella maniera più assoluta di intraprendere viaggi nelle regioni algerine confinanti con Mali, Niger, Libia, Mauritania e in parte di quelle confinanti con la Tunisia (a sud di Souk Ahras) e nelle province di Djanet, Illizi, Tamanrasset.
  •  È sconsigliato, se non strettamente necessario, recarsi in viaggio nella regione di... (leggi l’avviso completo)

____________________________________________________________

Guinea Guinea – Diffuso il 23.09.2014. Tuttora valido

Da alcuni mesi in Guinea si è sviluppata un’epidemia da febbre emorragica da virus Ebola. Il focolaio principale è concentrato in Guinea Forestale, soprattutto nelle prefetture di Guéckédou e Macenta, prossime alla frontiera con Liberia e Sierra Leone. Ulteriori focolai attivi si segnalano nella capitale Conakry e nelle prefetture di Forécariah, Coyah, Dubréka, Kindia, Pita, Dalaba, Kissidougou, Kérouané, Nzérékoré e Youmou. Risulta invece al momento relativamente stabile la situazione in altre prefetture colpite dall’epidemia: Boffa,Telimele, Dinguiraye, Siguiri, Kouroussa e Dabola.

Per contenere l’epidemia il Governo guineano ha decretato lo stato di emergenza sanitaria nazionale che impone diverse misure di prevenzione ed anche restrittive con riferimento al movimento delle persone all’interno della Guinea e da e per l’estero. Le zone prospicienti alle frontiere della Guinea con Sierra Leone e Liberia sono isolate e le frontiere tra i tre Stati chiuse. Le Autorità del Senegal e della Guinea Bissau hanno chiuso le frontiere con la Guinea Conakry. Alcune linee aeree (tra cui SenegalAirlines sulla tratta Dakar/Conakry) hanno sospeso i propri voli. Non si esclude che le Autorità locali possano assumere ulteriori decisioni d’urgenza, anche con brevissimo o nessun preavviso (chiusura di ulteriori frontiere, sospensione di voli, limitazione nei movimenti all’interno del Paese o verso/dall’estero, ecc.). Ai Connazionali che prevedano di effettuare spostamenti si raccomanda di contattare la propria compagnia aerea per le opportune verifiche.

In considerazione dell’estrema pericolosità della malattia e delle misure restrittive agli spostamenti adottate dalle Autorità guineane e di vari Paesi limitrofi (tra cui il Senegal), si consiglia fortemente di rinviare eventuali viaggi con destinazione la Guinea.

Ai Connazionali in Guinea si consiglia di … (leggi l’avviso completo)

____________________________________________________________

France_04 Francia – Diffuso il 23.09.2014. Tuttora valido

SICUREZZA

Il recente sciopero in seno alla Compagnia Air France ha recato notevoli disagi nel traffico aereo. Le agitazioni sono ancora in corso, quindi non sono da escludere anche nei prossimi giorni ulteriori disagi per i viaggiatori. Si consiglia di informarsi accuratamente prima di intraprendere un viaggio.

La Francia condivide con il resto dell’Europa il rischio di poter essere esposta al terrorismo internazionale.

L’impegno della Francia nel contrasto al terrorismo in diversi teatri africani, tra cui in Mali e, da ultimo, anche in Iraq, hanno peraltro determinato un innalzamento su tutto il territorio nazionale del grado di allerta anti-terroristica che comporta soprattutto una maggiore vigilanza degli apparati di sicurezza in luoghi sensibili quali stazioni ferroviarie, aeroporti, valichi di frontiera etc.

Si segnala che, causa maltempo, soprattutto nei mesi invernali, potrebbero registrarsi disagi nel traffico stradale ed aereo (si veda anche la sezione FOCUS – ALLARMI METEO  sulla home page di questo sito).

Per quanto riguarda le isole Réunion e Mayotte (territori francesi d’oltremare) si informa che… (leggi l’avviso completo)

____________________________________________________________

India India – Diffuso il 23.09.2014. Tuttora valido

Sicurezza

Ai connazionali è sempre consigliato di osservare un atteggiamento di vigilanza, evitando luoghi di eventuali manifestazioni e assembramenti, e monitorare i media locali e nazionali.

Si ricorda come spesso anche manifestazioni a carattere religioso degenerino in violenti scontri con le forze di polizia, con vittime e feriti. Episodi di violenza a carattere etnico e religioso si sono verificati, da ultimo la scorsa primavera, in particolare in alcuni Distretti dello Stato nord-orientale dell’Assam (distretti di Kokrajhar, Chirang, Baska e Udalgurin), provocando vittime e profughi.

Il carattere indiscriminato degli attentati terroristici degli ultimi anni (tra i quali quello del 13 luglio 2011 a Mumbai e del 7 settembre 2011 a New Delhi), induce a prendere atto di un accresciuto livello di rischio e costituisce ulteriore conferma della necessità di adottare un atteggiamento di elevata vigilanza e particolare cautela oltre alle normali precauzioni (evitare luoghi di eventuali manifestazioni, di assembramento e di culto, mercati, stazioni di autobus e ferrovie). Aree sensibili possono rivelarsi le località frequentate da stranieri, sia nelle grandi città, sia in destinazioni turistiche, con particolare riferimento a hotel di catene internazionali, centri commerciali, aeroporti e voli di linea.

Recenti episodi di violenza sessuale soprattutto nei confronti di donne (anche straniere) hanno provocato… (leggi l’avviso completo)

____________________________________________________________

East_Timor Timor Leste – Diffuso il 23.09.2014. Tuttora valido

In considerazione delle condizioni di sicurezza ancora incerte e dell’assenza di standard qualitativi adeguati circa la ricettività turistica, si sconsigliano viaggi nel Paese se non necessari.

La situazione della sicurezza in Timor Leste resta, comunque fluida, e suscettibile di un possibile repentino deterioramento. Infatti, pur a fronte di un oggettivo miglioramento delle condizioni di sicurezza rispetto agli anni passati, il tasso di criminalità rimane comunque alto e continuano a registrarsi borseggi e furti ed occasionalmente anche aggressioni nei confronti degli stranieri.

Dopo le elezioni parlamentari del 7 luglio 2012 si sono verificati alcuni episodi di violenza, in particolare nella fase di formazione del nuovo Governo di Timor Leste. La tensione è poi rientrata con il consolidamento del Governo. Si i raccomanda in ogni caso la massima cautela, evitando in ogni caso il coinvolgimento o anche la semplice prossimità ad eventi e manifestazioni di natura politica. Pur in assenza di una incombente minaccia di attacchi di natura terroristica, si consiglia di adottare a Timor Leste adeguate misure di prudenza e cautela, in maniera particolare nei luoghi prevalentemente frequentati da stranieri, come bar, ristoranti, night club, nonché luoghi di culto e scuole.

In generale, a causa delle incerte condizioni di sicurezza e… (leggi l’avviso completo)

____________________________________________________________

El_Salvador El Salvador – Diffuso il 23.09.2014. Tuttora valido

SICUREZZA

A cinque mesi dall’eruzione del vulcano “Chaparrastique”, situato in prossimità della citta’ di San Miguel,  le Autorita’ locali continuano  a mantenere l’allerta arancione per il dipartimento di San Miguel. Per il recente aumento delle vibrazioni interne del vulcano, associate a movimenti di gas e, secondo il Ministero dell’Ambiente anche di magma, le autorita’ locali ritengono che la probabilita’ di assistere ad un’ulteriore eruzione sono molto alte. Oltre ad una probabile eruzione, Il Ministero dell’Ambiente e la Direzione della Protezione Civile temono che, la grande quantità di materiale tossico espulso dal vulcano e despositato nella parte alta del cono, si trasformi in frane, mettendo a rischio la vita e la salute della popolazione nonche’ tutto il sistema ambientale della zona. La Commissione Dipartimentale della Protezione Civile di San Miguel che risiedono nelle vicinanze del vulcano. Il sistema di monitoraggio del vulcano e’ stato rafforzato con videocamere e personale specializzato.

Per tutti gli altri dipartimenti, l’allerta si mantiene a livello verde e l’aeroporto internazionale “Comalapa”  funziona normalmente.

La criminalità comune ed organizzata rimane molto elevata in tutto il Paese. Gli atti criminali colpiscono indistintamente salvadoregni(e) e stranieri(e) e tutte le fasce di eta’. Oltre agli omicidi –  in continuo aumento dall’inizio dell’anno – si registrano numerosi gravi reati (rapine a mano armata, violenza sessuale, traffico di droga, uccisione di rappresentanti delle forze dell’ordine, della magistratura e addetti al trasporto pubblico). Si raccomanda vivamente… (leggi l’avviso completo)

____________________________________________________________

Costa_Rica Costa Rica – Diffuso il 23.09.2014. Tuttora valido

SICUREZZA

Durante la stagione delle piogge (da maggio a dicembre), si ripropone il rischio di eventuali smottamenti e frane, sia lungo le strade che collegano la valle centrale alla costa pacifica, sia lungo quella che permette di giungere direttamente alla costa caraibica, che talvolta – in alcuni punti – è soggetta a chiusura al transito. Anche in considerazione dello stato precario del sistema stradale, si raccomanda cautela durante la permanenza nel Paese. Per aggiornamenti sullo stato della viabilità stradale si consiglia di tenersi informati sulla situazione attraverso gli organi d’informazione locali, o consultando il sito Internet: www.transito.go.cr/estadorutas/index.html.

Si raccomanda altresì cautela e di evitare le zone ove maggiore potrebbe essere il rischio, tenendosi informati sulle condizioni meteorologiche attraverso il proprio agente di viaggio, i mezzi di comunicazione ed attenendosi alle indicazioni impartite dalle Autorità in loco. Informazioni sulla situazione meteorologica possono essere ottenute consultando direttamente il sito www.nhc.noaa.gov. Si veda anche il FOCUS Allarmi Meteo”  sulla home page del presente sito.

Il Costa Rica è inoltre esposto a ricorrenti rischi sismici e vulcanici. Per maggiori informazioni.… (leggi l’avviso completo)

____________________________________________________________

Ultimo aggiornamento 24/09/2014, ore 13:15:23