Nuova Audi SQ5 TDI, formula magica: compressore elettrico + turbo = prestazioni eccezionali

Motore V6 3.0 TDI da 347 CV e 700 Nm di coppia, turbocompresso ad azionamento elettrico, tecnologia MHEV a 48 Volt. Tiptronic a 8 rapporti, trazione integrale permanente Quattro. Disponibile in Italia in estate


Verona – Audi rilancia il modello sportivo del SUV Q5 della serie S, con il propulsore 3 litri V6 TDI ora aggiornato con una tecnologia che ne esalta coppia e potenza, per prestazioni eccezionali, seppur con un occhio all’ambiente. La nuova Audi SQ5 TDI è un concentrato di tecnologia, seppur di relativa transizione, volta a migliorare l’efficienza di un propulsore a gasolio che è già di per sé quanto di più efficiente sul mercato.

Il motore V6 di 3 litri ha un compressore ad azionamento elettrico, che minimizza il turbo lag, garantendo una coppia possente fin da bassi regimi: 347 CV (255 kW) con coppia massima di 700 Nm ampiamente disponibili tra 2.500 e 3.100 giri, consumi tra 6,6 e 6,8 litri per 100 km ed emissioni di CO2 pari a 172-177 g/km (ciclo NEDC). Ecco i numeri dello Sport Utility Vehicle derivato dalla Q5, che ha il cuore della Q7, implementato dal compressore ad azionamento elettrico (EAV, Elektrisch Angetriebener Verdichter), che si serve della rete di bordo principale a 48V, indispensabile per il sistema Mild-Hybrid.

Il sistema MHEV (mild-hybrid electric vehicle) Audi è costituito da una batteria agli ioni di litio molto compatta, collocata sotto il pianale del bagagliaio, con una capacità di 10 Ah.

EAV: turbocompressore senza ritardo – Il compressore ad azionamento elettrico EAV funge da assistente al turbocompressore, che riceve una spinta ogni volta che i gas di scarico non forniscono una spinta sufficiente alla sovralimentazione classica. Nelle partenze da fermo e in ripresa ai bassi regimi (fino a 1.650 giri/min), al contrario di quanto avviene normalmente, la coppia è disponibile subito, perché l’EAV azzera il turbo lag, ossia azzera il ritardo di riposta del compressore alla pressione dell’acceleratore. Ne beneficia la guidabilità della vettura, sia in termini di ripresa che di consumi.

Il compressore ad azionamento elettrico è integrato nel sistema di aspirazione, a valle dell’intercooler e vicino al motore. Ogni volta che il pedale dell’acceleratore (fly-by-wire) viene spinto, ma la pressione di sovralimentazione del compressore è ancora troppo bassa, entra in azione l’EAV, che è un motore elettrico compatto con una potenza massima di 7 kW agente sulla girante del compressore sino a 65.000 giri/min in circa 300 millisecondi, in modo da sviluppare una pressione istantanea di 1,4 bar. L’EAV funziona a 48V, come detto.

Tecnologia MHEV: recupero di energia e marcia di veleggiamento – La rete a 48V serve per il funzionamento del sistema MHEV (mild-hybrid electric vehicle) di nuova Audi SQ5 TDI può ridurre i consumi nelle condizioni di marcia reali sino a un massimo di 0,7 l/100 km. Il cuore del sistema è un alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) collegato all’albero motore, in grado di recuperare fino a 12 kW di potenza nelle fasi di decelerazione. L’energia così recuperata in decelerazione viene immagazzinata nella batteria agli ioni di litio, da cui viene inviata ai dispositivi integrati nella rete di bordo, anzitutto l’EAV.

Il sistema MHEV si aziona al rilascio del pedale dell’acceleratore nel range di velocità tra 55 e 160 km/h. In questa condizione, in base al programma di marcia scelto mediante il sistema di gestione della dinamica dell’auto Audi drive select e delle condizioni di guida, la nuova Audi SQ5 TDI recupera energia o, addirittura, veleggia, ossia avanza per inerzia a motore spento fino a un massimo di 40 secondi. Il motore viene riavviato dall’RSG appena si frena o si tocca l’acceleratore. La tecnologia MHEV supporta lo Start&Stop, attivo già a partire da 22 km/h. Nelle partenze da fermo il motore viene riacceso, anche qualora sia premuto il pedale del freno, non appena il veicolo davanti a SQ5 TDI si mette in movimento.

Trasmissione allo stato dell’arte: trazione integrale Quattro – La trasmissione della nuova Audi SQ5 TDI si basa sul cambio automatico Tiptronic a 8 rapporti con convertitore di coppia. Un’unità che si caratterizza per rapidità e fluidità negli innesti e in cui le marce basse sono relativamente corte, in modo da garantire massima reattività della vettura. Le marce alte sono invece lunghe, col fine di contenere il regime di giri motore e il livello dei consumi (ammesso che interessi a chi compra una vettura di tal genere).

La trasmissione Tiptronic interagisce con il sistema MHEV, sicché quando l’SQ5 veleggia e il motore gira a regime minimo o addirittura è spento, la frizione si apre per interrompere la catena cinematica, mentre le pompa dell’olio (che è ad azionamento elettrico) consente l’innesto della marcia ideale al momento del riavvio.

Optional è disponibile il differenziale posteriore sportivo, che distribuisce la coppia tra le ruote posteriori in modo attivo, a vantaggio del contenimento del sottosterzo e dell’agilità della vettura.

La nuova Audi SQ5 TDI monta di serie cerchi da 20” con pneumatici 255/45, mentre quelli da 21” sono optional. Il sistema frenante è in linea con le prestazioni della vettura: dischi freno in acciaio da 375 millimetri di diametro su cui agiscono pinze a sei pistoncini. Sulle pinze nere – o a richiesta verniciate in rosso – spicca il logo S.

ADAS adeguati a una SUV sportiva – Nuova Audi SQ5 TDI conta su un’ampia gamma di sistemi di assistenza alla guida (ADAS). Il predictive efficiency assistant aiuta il conducente a risparmiare carburante fornendo suggerimenti mirati. L’Audi active lane assist semplifica il mantenimento della corsia, mentre l’Audi Pre Sense (di serie in versione City) avverte in caso di riduzione della distanza di sicurezza e segnala al conducente l’eccessivo avvicinamento al veicolo che precede. Funzioni disponibili a richiesta, come il Cruise control adattivo con assistente al traffico, nel pacchetto d’assistenza Tour (che fa però lievitare il prezzo).

Comandi, infotainment e Audi connectIl sistema di comando MMI di Audi SQ5 TDI ha una struttura chiara e intuitiva dei menu (ha anche la ricerca a testo libero, ovviamente). Il comando vocale comprende le espressioni del linguaggio comune, mentre il volante multifunzionale rivestito in pelle ha una serie di comandi per la gestione dei sistemi d’infotainment e dell’Audi virtual cockpit, a richiesta. Quest’ultimo è corredato da un display digitale da 12,3 pollici che, nella modalità sportiva S, prevede il contagiri in posizione centrale. A richiesta disponibile l’head-up display.

L’infotainment di Audi SQ5 TDI è offerto con una struttura modulare. Il top di gamma è costituito dal sistema di navigazione plus con MMI all-in-touch e schermo da 8,3 pollici. Il sistema integra i servizi Audi connect e collega SQ5 TDI a internet tramite lo standard LTE, portando in dote un hotspot WLAN per i device portatili dei passeggeri.

L’Audi phone box connette lo smartphone all’antenna della vettura e permette la ricarica induttiva secondo lo standard Qi. L’Audi smartphone interface porta a bordo Apple CarPlay e Android Auto. Gli appassionati dell’alta fedeltà possono optare per il Bang & Olufsen Sound System con suono tridimensionale.

Esterni: inconfondibile carattere sportivo Audi – Molteplici dettagli esterni evocano il carattere sportivo di Audi SQ5 TDI, come il paraurti anteriore con le due ampie prese d’aria, la griglia single frame a lamelle doppie in alluminio ed elementi decorativi in grigio twilight opaco. Il logo S con losanga rossa è presente in più punti.

I proiettori e i gruppi ottici posteriori di Audi SQ5 TDI sono di serie a LED, mentre gli indicatori di direzione dinamici all’anteriore e al posteriore sono ormai iconici dei modelli Audi, con la loro firma luminosa, subito riconoscibile. Le calotte dei retrovisori esterni e il listello in corrispondenza dell’estrattore sono caratterizzati dal look alluminio, mentre gli inserti alle portiere, in tinta con la carrozzeria, sottolineano il carattere sportivo dell’auto. La tinta nero pantera è un’esclusiva di nuova Audi SQ5 TDI.

Interni: eleganza e sportività – L’abitacolo è caratterizzato da tonalità scure, accogliendo conducente e passeggero anteriore con battitacco illuminati (di serie) corredati dall’esclusivo logo S. Le cuciture a contrasto del volante rivestito in pelle e dei sedili sportivi conferiscono alla vettura un’atmosfera dinamica ed elegante. I sedili sportivi S, di serie in Alcantara/pelle, a richiesta possono essere impreziositi dalla raffinata pelle Nappa con impuntura a losanghe e dalla funzione massaggio pneumatica. Gli inserti in alluminio spazzolato sono di serie, a richiesta in radica pregiata o carbonio. Look alluminio per i bilancieri al volante, mentre pedaliera e poggiapiede sono in acciaio inox.

Il sedile posteriore plus di nuova Audi SQ5 TDI è suddiviso in tre sezioni. A richiesta è disponibile con regolazione longitudinale e inclinazione degli schienali. Con cinque persone a bordo, la capacità del vano di carico è di 550 litri, che diventano 1.550 abbattendo gli schienali posteriori.

La Nuova Audi SQ5 TDI sarà disponibile presso le concessionarie italiane della rete Audi nel corso della prossima estate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.