Libia, il governo conferma l’accordo con i ribelli per la riapertura dei terminal di Zueitina e Hariga

L’accordo tra governo e ribelli prevede sei punti che affrontano alcuni problemi nell’utilizzo delle risorse nazionali del Paese, la pacificazione tra governo centrale e ribelli e la riapertura progressiva di tutti i terminal petroliferi bloccati dalla insurrezione dei ribelli

Leggi il seguito

Libia, i ‘Navy Seals’ della US Navy assaltano la petroliera nordcoreana con il petrolio venduto dai ribelli

Il governo libico presieduto dall’ex ministro della Difesa Abdullah Al Thani ha chiesto l’intervento degli incursori della US Navy per risolvere la questione del petrolio venduto illecitamente dai ribelli alla Nord Corea

Leggi il seguito

Libia, la Marina spara sulla petroliera nordcoreana che ha causato la sfiducia al premier Zidani. Nave ‘danneggiata’

La Morning Glory, battente bandiera della Nord Corea, trasporta petrolio per 30 milioni di dollari, venduto dai ribelli e imbarcato nel porto di Al-Sidra sfidando le intimazioni del governo legittimo. Negato coinvolgimento della Marina Militare Italiana

Leggi il seguito

Violenti scontri in Centrafrica, oltre 100 morti. Via libera dell’Onu a missione di peacekeeping

Il Consiglio di Sicurezza ha adottato all’unanimità una risoluzione che autorizza anche le forze francesi ad assumere ”tutte le misure necessarie per sostenere la missione nello svolgimento del suo mandato”. Hollande: “Azione immediata della Francia”

Leggi il seguito

L’Onu conferma l’uso di armi chimiche in Siria, ma la Difesa USA sospetta ora siano stati i ribelli

L’atteso rapporto è stato consegnato a Ban Ki-moon: “Prove convincenti dai reperti chimici, medici e ambientali”. Ancora ignoti gli autori dell’attacco: Washington e Mosca si confrontano, ma fonti della Difesa Usa smentiscono Obama e indicano nei ribelli i mandanti della strage di Ghouta e concordano con il rapporto presentato dalla Russia all’ONU

Leggi il seguito

Siria, accordo Usa-Russia operativo: Assad consegni lista armi chimiche entro una settimana

Intesa raggiunta a Ginevra tra Kerry e Lavrov, sarà sostenuta da risoluzione Onu con possibile uso della forza: Damasco autorizzi accesso immediato ispettori internazionali a tutti gli arsenali chimici, entro 30 giorni deve distruggere le armi. Obama: “Pronti ad agire se la diplomazia fallisse”. La Russia potrebbe partecipare a un’azione militare sotto egida Onu

Leggi il seguito

Ban Ki-moon: presto prove schiaccianti su armi chimiche e crimini contro l’umanità

Per il segretario generale delle Nazioni unite, il rapporto degli ispettori confermerà l’uso di gas, ma non può dire chi ha usato le armi chimiche. Gli oppositori accusano il trasferimento verso Libano e Iraq di parte dell’arsenale chimico, ma non ci sono prove al riguardo (facili per l’intelligence elettronica statunitense). L’allarme del Wall Street Journal: “Disseminato l’arsenale chimico”. Onu: “Damasco e i ribelli attaccano gli ospedali”

Leggi il seguito

Kerry, Lavrov, Brahimi: dalle armi chimiche verso la conferenza di pace sul futuro della Siria

Il segretario di Stato Usa e il ministro russo degli esteri trovano un “terreno comune” e programmano incontri per attuare il processo di pace. La Siria ha firmato la Convenzione Onu sulle armi chimiche. Assad: Anche le altre nazioni devono fermare il rifornimento di armi chimiche ai ribelli. La Coalizione nazionale dell’opposizione “scettica” sul piano russo-siriano

Leggi il seguito

Rapimento di padre Paolo Dall’Oglio in Siria. Il Nunzio Apostolico in Siria consiglia cautela. Su Twitter: sta bene!

In Siria dagli anni ’80, dove ha costituito una comunità monastica islamo-cristiana, p. Paolo Dall’Oglio era stato espulso da Assad nel 2012. Rientra ogni tanto in Siria dalla parte controllata dai ribelli, dei quali è amico. Si stanno verificando le notizie. Il Paese è nel caos e “non si vede la fine del tunnel”. Un tweet alimenta la speranza

Leggi il seguito

Il G8 in Irlanda del Nord si chiude con un accordo su Siria, terrorismo e lotta ai paradisi fiscali

”Al più presto una Conferenza di pace sulla Siria”. Accordo sugli ostaggi dei terroristi: no ai riscatti. Sulla crisi: misure

Leggi il seguito