Toyota espone a Ginevra due Aygo in Special Edition

La piccola del costruttore giapponese viene proposta in due edizioni speciali x-wave orange ed x-cite destinate a una clientela che vuole distinguersi con esclusivi dettagli interni ed esterni

Roma – Toyota presenterà all’89° Salone di Ginevra, in programma dal 7 al 17 Marzo prossimi, due special edition della AYGO, il modello di ingresso della gamma, denominate x-wave orange ed x-cite.  

La Aygo x-wave orange si caratterizza per la verniciatura bianca con tetto apribile in tela di colore Orange, un elemento cromatico che si ripete all’anteriore nelle rifiniture Pop Orange, al posteriore, sulle fiancate e sui retrovisori. L’allestimento è completato con fendinebbia, vetri posteriori oscurati e cerchi in lega neri da 15″ a dieci razze con ring coprimozzo arancione.

A bordo, la console centrale e la plancia montano inserti Piano Black, mentre le bocchette di ventilazioni laterali e la cornice del cambio riprendono il tema cromatico arancione, così come le rifiniture dei tappetini. Completano l’allestimento i i sedili con rifiniture in pelle.

La AYGO x-cite presenta invece una livrea bicolore Orange con tetto nero, coordinata con lo spoiler anteriore e con i retrovisori. Il trattamento degli esterni è completato dall’aggiunta di fendinebbia, vetri posteriori oscurati e cerchi in lega Glossy Black da 15” a dieci razze. Gli interni sono rifiniti con inserti Gloss Black sulla console centrale e sulla plancia, una cornice cromata per la leva del cambio e bocchette laterali arancioni. L’allestimento x-cite monta inoltre tappetini con bordi arancioni e tessuto Manhattan per i sedili.

Tra gli equipaggiamenti di serie troviamo climatizzatore automatico, comandi audio al volante e sedile lato guida regolabile in altezza. Come optional poi sarà possibile aggiungere la Smart Entry e per la sola versione x-cite i sedili in pelle. Il Display Audio da 7″ del sistema multimediale supporta le applicazioni Apple CarPlay e Android Auto ed è equipaggiato con telecamera posteriore.

Infine, AYGO conferma il Toyota Safety Sense di serie, in linea con tutta la gamma Toyota. Il Toyota Safety Sense raggruppa numerose tecnologie di sicurezza attiva che assicurano il massimo in termini di sicurezza e che aiutano a prevenire e ridurre le collisioni a diverse velocità di marcia.

Il sistema di PCS – Pre-Crash System, sistema di anticipazione della collisione – permette di rilevare la presenza di auto davanti al veicolo e di ridurre il rischio di tamponamento, anticipando l’impatto con un alert visivo e sonoro che sollecita l’attenzione del guidatore. Il PCS spinge il sistema frenante ad applicare una forza extra quando il guidatore preme il pedale del freno, giungendo alla frenata automatica in caso di ritardo della reazione a una velocità tra 10 e 80 km/h, riducendo l’andatura fino a 30 km/h o addirittura fermando il veicolo per prevenire l’impatto o ridurne la violenza.

Il sistema di Avviso Superamento Corsia (LDA) riconosce la segnaletica orizzontale e aiuta a prevenire incidenti e collisioni, avvisando con un alert visivo e sonoro per segnalare al guidatore che la traiettoria dell’automobile sta deviando, in caso questa modifica della traiettoria non sia accompagnata dall’attivazione degli indicatori di direzione. 

Toyota ha aggiornato il pluripremiato motore VVT-i 3 cilindri 12 valvole DOHC da 998 cc, oggi conforme agli standard EURO 6.2 sulle emissioni nocive. Il motore è stato rivisto per coniugare consumi e potenza a livelli di coppia ottimali anche a regimi più bassi, rendendo più fruibile l’automobile in contesto urbano grazie alla migliorata elasticità. Affinamenti che danno al propulsore 53 kW (72 cavalli) a 6.000 giri/min, con 93 Nm di coppia a 4.400 giri/min, che  consentono alla nuova AYGO un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 13,8 secondi e una velocità massima di 160 km/h. La versione standard percorre mediamente 24,4 km per litro di benzina, che si traducono in emissioni di CO2 pari a 93 g/km.

Migliorato il comfort degli interni, grazie all’inserimento di materiali fonoassorbenti posizionati dietro la plancia, per isolare ancor di più l’abitacolo dal vano motore; sui montanti anteriori, i pannelli porta e sulla porzione posteriore del pianale, per isolare i rumori provenienti dal fondo stradale.

Toyota esporrà al Salone di Ginevra nello stand 4111, Hall 4.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


John Horsemoon

Sono uno pseudonimo e seguo sempre il mio dominus, del quale ho tutti i pregi e i difetti. Sportivo e non tifoso, pilota praticante(si fa per dire...), sempre osservante del codice: i maligni e i detrattori sostengono che sono un “dissidente” sui limiti di velocità. Una volta lo ero, oggi non più. Correre in gara dà sensazioni meravigliose, farlo su strada aperta alla circolazione è al contrario una plateale testimonianza di imbecillità. Sul “mio” giornale scrivo di sport in generale, di automobilismo e di motorsport, ma in fondo continuo a giocare anche io con le macchinine come un bambino.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.