Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6078 A Ginevra arriva Audi Q4 e-tron, concept che anticipa il prossimo SUV elettrico | HORSEMOON POST
e-Mobility

A Ginevra arriva Audi Q4 e-tron, concept che anticipa il prossimo SUV elettrico

Divulgato il rendering del nuovo SUV premium che sarà presentato come progetto all’89° Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra

Verona – Il futuro elettrico di Audi è già coniugato al presente, visto che l’Audi e-tron può essere già prenotata e acquistata nelle concessionarie italiane, anche se non è ancora esposta: la strategia di comunicazione della casa dei Quattro Anelli sta battendo una strada più istituzionale rivolta al territorio per introdurre sul mercato questa meravigliosa SUV che promette di essere la battistrada di ben 12 modelli elettrici in arrivo entro il 2025

Iscriviti nell’Audi e.tron Fan Group Italia su Facebook

Al prossimo Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra, Audi presenterà lo studio stilistico di una Q4 e-tron, una Sport Utility Vehicle a cavallo tra il segmento B e quello C, di dimensioni probabilmente leggermente inferiori della Q3 attuale (recentemente rinnovata), costruita sulla piattaforma MEB (Modulare Elektrifizierungsbaukasten), la stessa che consentirà ai diversi brand del del Gruppo VW di costruire 28 modelli elettrici nei prossimi anni e, anzitutto, il modello I.D. della Volkswagen. 

Non sono stati divulgati particolari di questo concept che, secondo le indiscrezioni, potrebbe essere uno dei quattro modelli elettrici presentati dall’Audi a Ginevra quest’anno, ma i disegni mostrano differenze e assonanze con gli altri modelli della casa di Ingolstadt.

Una differenza, per esempio, è la presenza di specchietti retrovisori apparentemente più tradizionali, rispetto alla Audi e-tron che ha le telecamere inglobate in supporti molto ridotti. Un’assonanza stilistica è, invece, la calandra, che richiama quella della Q8, con la forma esagonale arrotondata negli angoli, che evoca dinamismo. 

Gli interni mostrano un cruscotto su cui troneggia un sistema MMI touch – probabilmente da 12″ – leggermente inclinato verso il guidatore, per migliorare l’ergonomia di utilizzo. Cerchi da 22″, maniglie non visibili e i loghi e-tron sulla fiancata sono altre caratteristiche visibili nei disegni resi pubblici dall’Audi Mediacenter.

Questa Audi Q4 e-tron dovrebbe entrare in produzione a fine 2020/inizio 2021 e arrivare sul mercato presumibilmente nella seconda metà del 2021: un periodo in cui le novità in tema di mobilità elettrica saranno così interessanti e numerose da fornire agli acquirenti l’imbarazzo della scelta di un modello che si confaccia alle proprie esigenze.

Per vederne la linea non ci resta che attendere il 5 Marzo prossimo, il primo dei due giorni riservato alla stampa e agli addetti ai lavori dell’89° Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra, quando l’Audi Q4 e-tron sarà svelata in World Premiere. 

La Rivoluzione Elettrica è in pieno sviluppo e, come spesso diciamo, ne vedremo delle belle (e questa Q4 e-tron è, oggettivamente, bellissima).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


John Horsemoon

Sono uno pseudonimo e seguo sempre il mio dominus, del quale ho tutti i pregi e i difetti. Sportivo e non tifoso, pilota praticante(si fa per dire...), sempre osservante del codice: i maligni e i detrattori sostengono che sono un “dissidente” sui limiti di velocità. Una volta lo ero, oggi non più. Correre in gara dà sensazioni meravigliose, farlo su strada aperta alla circolazione è al contrario una plateale testimonianza di imbecillità. Sul “mio” giornale scrivo di sport in generale, di automobilismo e di motorsport, ma in fondo continuo a giocare anche io con le macchinine come un bambino.