Deprecated: Hook custom_css_loaded is deprecated since version jetpack-13.5! Use WordPress Custom CSS instead. Jetpack non supporta più il CSS personalizzato. Leggi la documentazione WordPress.org per scoprire come applicare gli stili personalizzati al tuo sito: https://wordpress.org/documentation/article/styles-overview/#applying-custom-css in /customers/8/8/d/horsemoonpost.com/httpd.www/newsite/wp-includes/functions.php on line 6085 A Ginevra debutta Bentley Bentayga Speed, il SUV più veloce del mondo
Motori

A Ginevra debutta Bentley Bentayga Speed, il SUV più veloce del mondo

Con un motore W 12 biturbo da 6 litri, 635 CV e 900 Nm di coppia massima, il Nuovo Bentayga Speed ha prestazioni eccezionali e dotazioni esclusive

Crewe – Bentley Motors ha anticipato i dettagli del SUV di serie più veloce del mondo, il Bentayga Speed, che monta una versione ottimizzata del celebre propulsore W12 biturbo da 6 litri, 635 CV e 900 Nm di coppia massima, prestazioni che consentono una velocità massima di 306 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi. Numeri da supercar, più che da SUV.

Progettato e sviluppato in Gran Bretagna, il Bentayga Speed si ispira a una lunga e gloriosa tradizione di modelli Speed, nata con la Continental GT nel 2007, e migliora le già eccezionali prestazioni del Bentayga, che ha conquistato lo scorso anno il record per un SUV di serie nell’estenuante Pikes Peak International Hill Climb, la corsa in salita più spettacolare e pericolosa del mondo.

Lo stile degli esterni rispecchia le vivaci prestazioni del Bentayga Speed. I gruppi ottici anteriori in tinta scura, le minigonne laterali in tinta con la carrozzeria e uno straordinario spoiler posteriore evocano la potenza dirompente di questo SUV, mentre le griglie scure di paraurti e radiatore, gli esclusivi cerchi da 22″ disponibili in tre finiture e il caratteristico stemma Speed esaltano ulteriormente l’anima sportiva della vettura.

Design esclusivo per l’abitacolo del Bentayga Speed, con gli eleganti swooshes attorno alla portiera e alla maniglia, sul bordo dell’imbottitura di seduta e schienale e sulla console inferiore; le nuove cuciture a contrasto sulla trapuntatura a rombi; un discreto stemma Speed; un battitacco illuminato con la scritta Speed; l’utilizzo di rivestimenti in Alcantara per la prima volta sul Bentayga.

Come tutti gli altri SUV Bentley, il modello Speed a trazione integrale è dotato di un sistema di bloccaggio elettronico del differenziale e fino a otto modalità Drive Dynamics. I settaggi hanno accentuato l’anima sportiva della trazione, così come il sound proveniente dai gas di scarico e il setup delle sospensioni, più rigide proprio per supportare la coppia e la potenza massima del propulsore W12 da 6 litri. Le quattro modalità di guida Drive Dynamics sono Comfort, Bentley, Sport e, infine, Custom, che permette di definire un setup di guida personalizzato. La modalità Sport è stata ricalibrata per ottimizzare appunto la risposta di motore W12 e la trasmissione automatica a otto rapporti, oltre a sospensioni e Bentley Dynamic Ride. Il risultato è un’esperienza di guida più dinamica e coinvolgente.

Bentley Dynamic Ride è il primo sistema tecnologico al mondo realizzato per il controllare in modo attivo il rollio, che si avvale di un apparato elettronico a 48V. Questo sistema controbilancia le forze laterali che generano il rollio in curva e garantisce la massima aderenza degli pneumatici, offrendo un abitacolo con stabilità ai vertici della categoria, comfort di guida ed eccezionale maneggevolezza.

Chi acquisterà il Bentayga Speed potrà scegliere numerosi optional ‘particolari’, tra cui i freni in carboceramica, i sedili anteriori con 22 regolazioni e la funzione massaggio, i pannelli della plancia in fibra di carbonio, il sistema RSE Bentley di intrattenimento per l’abitacolo posteriore e illuminazione d’atmosfera. Optional che in una vettura di tale ‘levatura’ dovrebbero essere disponibili già come dotazione di serie, in verità. 

I freni in carboceramica disponibili per il Bentayga Speed sono i più grandi e potenti mai montati su una Bentley, con una coppia frenante massima di 6.000 Nm e capaci di resistere a temperature fino a 1.000° centigradi, consentendo peraltro una riduzione di peso di oltre 20 kg rispetto ai freni in ghisa.

Lo stile Bentley: estetica e rifiniture al top – Bentley Bentayga si caratterizza per le linee scolpite ed eleganti, esaltate ancor di più nel modello Speed, che presenta elementi della parte inferiore in tinta con la carrozzeria, come gli splitter nei paraurti anteriore e posteriore in tinta e lo spoiler posteriore. Gli stemmi Speed impreziosiscono i bordi inferiori di entrambe le portiere anteriori in modo elegante. Uno speciale pannello in tinta con la carrozzeria è posto sotto la parte inferiore della griglia anteriore, mentre le griglie di paraurti e radiatore hanno un design a nido d’ape in tinta scura, che esprime la natura prestazionale del modello. 

Tra i dettagli unici della versione Speed del Bentley Bentayga vi sono i gruppi ottici anteriori e posteriori in tinta scura, così come i nuovi cerchi a dieci razze da 22″, disponibili in tre finiture, argento, tinta scura e nero, quest’ultima riservata ai clienti che scelgono la moderna Specifica Black.

Gli interni incarnano la quintessenza del moderno design britannico, con un esclusivo schema di colori predisposto per il Bentayga Speed, studiato per esaltare le linee stilistiche esclusive della versione, su cui trionfa l’Alcantara, utilizzato per la prima volta su un Bentayga, in precedenza usato su altri modelli, quali la Continental Supersports. Senza alcun sovrapprezzo però i clienti potranno scegliere di adottare la classica selleria in pelle. 

Bentayga, il lusso in formato di SUV – Le prestazioni e il lusso, esaltati in ogni particolari, sono le chiavi distintive del Bentley Bentayga Speed, che ha caratteristiche straordinarie per acquirenti decisi a soddisfare la propria voglia di primeggiare con il SUV di serie più potente al mondo. 

La vettura sarà svelata al prossimo Salone Internazionale di Ginevra, il 5 Marzo prossimo, nel corso del primo dei due giorni riservati alla stampa e agli addetti ai lavori. Dal 7 al 17 Marzo il pubblico potrà ammirare questo gioiello della tecnica e delle rifiniture, di un brand che dal 2003 è entrato nella galassia Volkswagen e che da allora – dopo anni di appannamento – ha rivisto splendere i propri talenti nel panorama automobilistico mondiale, come brand luxury del gruppo tedesco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se hai gradito questo articolo, clicca per favoreMi piacesulla pagina Facebook di The Horsemoon Post (raggiungibile qui), dove potrai commentare e suggerirci ulteriori approfondimenti. Puoi seguirci anche su Twitter (qui) Grazie.


John Horsemoon

Sono uno pseudonimo e seguo sempre il mio dominus, del quale ho tutti i pregi e i difetti. Sportivo e non tifoso, pilota praticante(si fa per dire...), sempre osservante del codice: i maligni e i detrattori sostengono che sono un “dissidente” sui limiti di velocità. Una volta lo ero, oggi non più. Correre in gara dà sensazioni meravigliose, farlo su strada aperta alla circolazione è al contrario una plateale testimonianza di imbecillità. Sul “mio” giornale scrivo di sport in generale, di automobilismo e di motorsport, ma in fondo continuo a giocare anche io con le macchinine come un bambino.