Mercato dell’auto in crescita a marzo, continua il trend positivo, ma per Federauto sono “prove tecniche di ripresa”

A marzo +15,06% di acquisti di auto nuove, con balzo di Fca (+17,1%), ma Filippo Pavan Bernacchi cerca di stemperare

Leggi il seguito

Auto, a giugno salgono le immatricolazioni: +3,81per cento su base annua. Federauto: “rimbalzo tecnico, minimi storici”

Lo rende noto il ministero delle Infrastrutture. Nello stesso ono stati registrati 322.909 trasferimenti di proprietà di vetture usate, con

Leggi il seguito

Federauto critica la lettura sulle vendite di auto nuove nel mese di marzo 2014: nessuna ripresa, auto in piena stagnazione

Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, e Cesare De Lorenzi, presidente dei concessionari Citroën, smentiscono la lettura sulla “ripresa del mercato auto” seguita alla divulgazione dei dati delle vendite di auto nuove e usate nel mese di marzo

Leggi il seguito

Il mercato auto registra un attivo anche a marzo, +4,96% rispetto allo stesso mese del 2013

Le automobili immatricolate nel mese scorso sono state 139.337, secondo i dati diffusi dal ministero dei Trasporti, che sembrerebbero una conferma dell’andamento positivo già registrato con il +8,98 per cento di febbraio. Rallentano le vendite dell’usato. Bene anche Fca che cresce del 2,8 per cento sulle vendite nello stesso mese del 2013, ma perde lo 0,6 per cento di quota di mercato. Federauto però critica: “nessuna ripresa, siamo in piena stagnazione”

Leggi il seguito

Auto: bene il mercato in Italia, +8,59 per cento a febbraio. Federauto e Centro Studi Promotor: rimbalzo tecnico

Secondo l’Anfia si tratta di un segnale di recupero, il terzo consecutivo. Montezemolo: la tassa sulle auto di lusso è “demagogica e masochistica”. Pavan-Bernachi: “non chiamatela ripresa”

Leggi il seguito

Auto, comincia bene il 2014: immatricolazioni a gennaio +3,24%, ma Federauto contesta il dato

L’associazione dei concessionari di auto afferma che il dato è da interpretare in un generale crollo del sistema automotive nazionale. Per parlare di ripresa si devono vendere due milioni di auto all’anno, su un totale di 35 milioni, e quindi non si può parlare seriamente di ripresa: il mercato automobilistico italiano è in stagnazione

Leggi il seguito

Superbollo auto: il Governo italiano va candidato al premio “Masoch 2014”!

Il Governo Monti contava di incassare 168 milioni di Euro dal “Superbollo” sulle auto potenti: ne sono stati persi 140 di milioni di Euro per il crollo della domanda e per le manovre astute di chi non vuole farsi fregare i soldi da questo Stato inefficiente. Ieri battaglia di indiscrezioni tra Adnkronos e AGI, ma il dato di fondo è che la “supertassa” è una “boiata” pazzesca…

Leggi il seguito

Federauto commenta i dati di vendita delle auto nel 2013: “abbiamo toccato il fondo”

Filippo Pavan Bernacchi, presidente dell’associazione che riunisce i concessionari di auto in Italia, non si lascia illudere dai dati positivi del mese di dicembre e ne ha per tutti, in primis per gli ultimi governi che hanno dato una mazzata fiscale sull’automotive

Leggi il seguito

Dopo la conquista di Chrysler, la Fiat fa un salto del 16,4 per cento in Borsa, che promuove l’operazione

La reazione dei sindacati italiani. Susanna Camusso (Cgil): Lingotto chiarisca il futuro in Italia. Luigi Angeletti (Uil): abbiamo finalmente un’azienda globale. Bonanni: è anche merito nostro se la Fiat è un gruppo globale

Leggi il seguito

Fiat vola in Borsa dopo l’accordo per l’acquisizione del 100% di Chrysler

John Elkann e Sergio Marchionne scrivono ai dipendenti del gruppo che oggi diventa italo-americano: “Ora siamo un costruttore di auto

Leggi il seguito

La Fiat acquista il controllo totale della Chrysler, in ballo anche il futuro dell’auto in Italia

Annunciato l’accordo con Veba per il 41,4616 per cento del pacchetto azionario della terza più grande azienda automobilistica americana. Dal 20 gennaio Chrysler sarà tutta del Lingotto. Si attendono le reazioni dei mercati. Osmosi di processi e tecnologie, in cui gli italiani non giocheranno un ruolo di rimessa. Alleggerire il peso fiscale sull’auto in Italia, per rianimare un settore in stato comatoso

Leggi il seguito