Iran-Usa, la storia riparte a New York. Rouhani condanna i crimini del nazismo. È come Gorbaciov per l’URSS?

Il presidente iraniano: “Sono stati commessi contro molte persone, ebrei compresi”. Ma non cita l’Olocausto. Dopo oltre 30 anni di gelo nelle relazioni bilaterali, faccia a faccia tra il ministro degli Esteri iraniano e Kerry: “Clima molto positivo ma c’è ancora molto lavoro da fare”. Il leader di Teheran: “Volevate passi concreti? Li stiamo facendo”. Sul nucleare: accordo in tre mesi. Si respira un’aria di fiducia se non di vero e proprio ottimismo

Leggi il seguito

Rouhani all’Onu: l’Iran non è una minaccia per il mondo. Shoa crimine contro l’umanità

Toni moderati e rifiuto delle armi nucleari. Impegno per il dialogo. Le sanzioni colpiscono non le elite politiche, ma la gente comune. No all’uso della forza in Siria. L’apprezzamento di Obama. Hollande stringe la mano a Rouhani. Per Israele, il discorso del nuovo presidente iraniano è “pieno di ipocrisia”, ma il processo è avviato (disponibile il discorso integrale all’Onu di Rouhani)

Leggi il seguito

Se in Iran arriva una Primavera senza manifestazioni di piazza. Cautela, ma attenzione, in Israele

Il neo presidente è pronto a dare un nuovo slancio ai negoziati sul nucleare e piena collaborazione all’Aiea. A Teheran riapre la Casa del Cinema chiusa sotto il governo di Ahmadinejad. Sale a tre il numero delle donne nel gabinetto di governo. Ad AsiaNews una giovane studentessa racconta le speranze dei giovani iraniani

Leggi il seguito